Prima Edizione

Un premio alla “regia della luce” nel cinema a Spilimbergo

 

kkk
Le Giornate della Luce (2015)

Con lo scopo di celebrare il ruolo degli autori della fotografia del nostro tempo, i maestri della luce, nasce in Friuli Venezia Giulia a Spilimbergo un nuovo festival che va ad arricchire il ricco panorama delle manifestazioni culturali e cinematografiche della regione.

Il film si scrive con la luce, soleva ricordare un maestro del nostro cinema come Federico Fellini.

E nell’anno proclamato dall’Onu Anno Internazionale della Luce, Spilimbergo ospiterà tra sabato 13 e domenica 21 giugno la prima edizione di Le Giornate della Luce – Omaggio agli autori della fotografia del cinema italiano, realizzata grazie alla Regione Friuli Venezia Giulia, Turismo Fvg, il Comune di Spilimbergo, l’Ascom e la Confartigianato di Pordenone.

La manifestazione – che sarà presieduta in qualità di Presidente onorario da Dante Spinotti, grande maestro della fotografia, due volte candidato all’Oscar, con la cura artistica dall’autrice, regista e conduttrice Gloria De Antoni con Donato Guerra – vede in coincidenza con le giornate più luminose dell’anno, quelle del solstizio d’estate, lo svolgimento di un articolato programma, con le proiezioni dei film in concorso, gli incontri con i fotografi di scena – con i quali è stato organizzato anche un interessante Convegno – i registi e gli attori, alcuni seminari, oltre a percorsi espositivi e ad altri eventi collaterali, e avrà il suo momento centrale nell’attribuzione del primo Il Quarzo di Spilimbergo-Light Award, premio per la fotografia di un film italiano dell’ultima stagione.

I film in concorso sono: “Hungry Hearts” (con il DoP  Fabio Cianchetti candidato), “Il Giovane Favoloso” (candidato il DoP Renato Berta), “Mia Madre” (con il DoP Arnaldo Catinari), “Youth – La Giovinezza” (candidato il DoP Luca Bigazzi), “Torneranno i prati” (il DoP candidato è Fabio Olmi) e “Il racconto dei racconti” (DoP  Peter Suschitzky).

Nella Giuria, che sarà presieduta da Livio Jacob, Gloria De Antoni ha voluto coinvolgere l’attore Rocco Papaleo, insieme al regista Ferdinando Vicentini Orgnani, gli autori della fotografia Marcello Montarsi e Maura Morales, e le critiche cinematografiche Alessandra Levantesi Kezich ed Elisa Grando, con il fotografo Giuliano Borghesan. A Spilimbergo sarà inoltre presente l’attrice Chiara Caselli, apprezzata anche per la sua attività di fotografa, che al Festival presenterà una videoinstallazione con la proiezione di una serie di sei foto in omaggio alla potenza e alla bellezza della natura.

Nel pomeriggio di sabato 13 giugno Dante Spinotti e Chiara Caselli saranno inoltre i protagonisti di un incontro condotto da Gloria De Antoni per raccontare il rapporto sul set tra la figura dell’attore e l’autore della fotografia, mentre in serata è in programma un omaggio allo stesso Spinotti con la proiezione al Cinema Miotto del suo documentario “Inchiesta in Carnia”.

(Massimo Maria Villa)

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

[recaptcha]
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here