Food lighting

Regia della luce, materie e trasparenze per il ristorante giapponese

Mariano Comense (CO) – Ristorante Moya. Il desk alla reception (progetto architettonico e Interior Design: Lai Studio- Maurizio Lai Architects) (©photo: Andrea Martiradonna)

Per il progetto del ristorante asiatico MOYA a Mariano Comense, l’architetto e Interior Designer Maurizio Lai ha studiato con cura il ricorso a soluzioni di illuminazione custom e a scomparsa nell’arredo architettonico, per proporre al cliente di questo spazio ristorante con oltre 1000 m quadrati di superficie una percezione inedita delle superfici e dei materiali, oltre che un accurato racconto cromatico e in chiave sensoriale, che l’illuminazione dei vari ambienti guida e differenzia dal punto di vista degli effetti luminosi e del loro ritmo compositivo.

La ricerca di un dialogo materico fra i rivestimenti lignei delle sale e le modulazioni di colore sulle pareti viene ancora una volta mediata dall’illuminazione.

Mariano Comense (CO) – Ristorante Moya. L’installazione luminosa attraversa lo spazio e si sviluppa in altezza in modo dinamico, mentre la parete vetrata color verde smeraldo con una scansione verticale di punti luce si pone come quinta visiva a contrasto (Progetto architettonico e Interior Design: Lai Studio- Maurizio Lai Architects) (©photo: Andrea Martiradonna)

All’ingresso del ristorante, un’installazione luminosa attraversa lo spazio e si sviluppa in altezza in modo dinamico, mentre la presenza di una parete vetrata color verde smeraldo con una scansione verticale di punti luce si pone come quinta visiva a contrasto.

Per l’illuminazione della grande sala centrale è invece una scansione regolare di stampe digitali su lastre di policarbonato retroilluminato a definire l’atmosfera dell’ambiente e a ricordare un paesaggio acquatico.

Mariano Comense (CO) – Ristorante Moya. Per l’illuminazione della grande sala centrale una scansione regolare di stampe digitali su lastre di policarbonato retroilluminato definisce l’atmosfera dell’ambiente a ricordare un paesaggio acquatico (Progetto architettonico e Interior Design: Lai Studio- Maurizio Lai Architects) (©photo: Andrea Martiradonna)
Mariano Comense (CO) – Ristorante Moya. (Progetto architettonico e Interior Design: Lai Studio- Maurizio Lai Architects) (©photo: Andrea Martiradonna)

Per gli spazi dedicati alla degustazione, articolati su due piani, il concept ideato dal progettista fa riferimento ancora una volta ad un racconto cromatico che contrappone ai toni scuri dei rivestimenti elementi in vetro ed elementi luminosi: l’illuminazione è il segno progettuale distintivo e i numerosi complementi di arredo progettati su misura amplificano l’esperienza visiva, combinando effetti di retroilluminazione a soluzioni di luce proiettata, l’illuminazione ad incasso alle diverse finiture utilizzate per i rivestimenti.

Nella zona reception, il prospetto frontale è in vetro accoppiato arancione retroilluminato, e anticipa la scansione metrica e materica che ricorre poi nelle boiserie, nei separè, e nei banchi bar e sushi.

Mariano Comense (CO) – Ristorante Moya. Mariano Comense (CO). La scansione luminosa del banco bar con vetro accoppiato di colore arancione retroilluminato (Progetto architettonico e Interior Design: Lai Studio- Maurizio Lai Architects) (©photo: Andrea Martiradonna)

Nella sala al piano terra – che affaccia sul giardino privato – l’utilizzo del vetro enfatizza i riferimenti compositivi e le suggestioni naturali degli spazi, mentre una tridimensionalità prospettica viene ottenuta attraverso scansioni verticali che richiamano i toni acquei delle installazioni luminose a parete.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here