Capitale italiana della Cultura 2017

Pistoia, luce laser per la città

 

Pistoia - Capitale italiana della Cultura 2017
Pistoia – Capitale italiana della Cultura 2017

Si è aperto a Pistoia l’anno che vede la città toscana Capitale italiana della Cultura 2017, e l’elemento simbolico e tecnologico che è stato scelto per rappresentare questo importante riconoscimento, che nel 2016 era stato conferito alla città di Mantova, è quello di un raggio di luce laser, con una portata di oltre 5 chilometri, acceso a inizio anno e che rimarrà acceso fino all’8 gennaio, dalle 18.00 alle 24.00.

Pistoia. Il raggio laser verde attraversa la città toscana
Pistoia. Il raggio laser verde attraversa la città toscana

L’idea di questa soluzione, che si è tradotta nella realizzazione di un fascio di luce laser di colore verde brillante, scelto per sottolineare il rapporto tra arte e natura, nasce da un progetto di Chiara d’Afflitto, critica d’arte ed ex direttrice dei musei comunali, e del collezionista Giuliano Gori, che hanno voluto dare corpo e voce ad un concept dell’artista Dani Karavan, che nel 1978 a Firenze aveva proposto di collegare con un raggio laser il Forte Belvedere con la cupola di Brunelleschi, e si pone a premessa di un anno importante per le attività culturali della città toscana.

Il raggio sarà infatti acceso ogni volta che in città verrà inaugurato un evento o una mostra nell’ambito del ricco programma previsto.

Il fascio di luce laser collega “fisicamente” i due luoghi della cultura pistoiese vocati all’arte contemporanea: Palazzo Fabroni, sede del Centro di arti visive contemporanee – che in questo 2017 accoglierà decine di eventi della manifestazione – e la Fattoria di Celle, in località Santomato, sede della prestigiosa collezione di arte ambientale del collezionista Giuliano Gori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here