Terratinta Group Headquarters e Exenia

Per la luce naturale della Materia

Fiorano Modenese – Terratinta Group Headquarters e Showroom. L’area della reception (credit photo: Filippo Poli)

Articolare i ritmi dello spazio architettonico in ambienti flessibili e mobili, dove gli spazi del lavoro si fondono alla proposizione di una precisa brand identity, connotata dalla dimensione della relazione con l’utente

Localizzato nel distretto della ceramica di Sassuolo, l’headquarters e showroom di Terratinta Group, realizzato per ospitare la sede degli uffici e due showroom dell’azienda, si inquadra nell’intento di rappresentare – attraverso un disegno degli spazi costruito e rapportato ai diversi elementi di arredo – il valore naturale della Materia.

(credit photo: Filippo Poli)

Questa Materia, metafora della risorsa prima naturale sottesa nei prodotti proposti dal brand, in questi spazi si traduce in un dialogo essenziale fra gli elementi dell’Interior Design e le forme dell’architettura, ricercando una dimensione di benessere per quanti vivono la quotidianità operativa di questi spazi, nell’intento di stimolare le interazioni sociali tra i dipendenti.

Gli elementi naturali degli arredi sono quindi codice di riferimento del concept progettuale, nel rimando costante anche in questo caso fra Materia prima e elemento materico derivato prodotto (come nel caso dell’albero che occupa la reception, che riflette la traduzione di se stesso negli elementi materici delle doghe del controsoffitto e nelle tavole lignee del pannello addossato come controparete).

Negli spazi degli showroom l’intenzione progettuale è stata invece quella di realizzare dei ‘contenitori’ espositivi architettonici, anche qui organizzati in una sintesi simbolica dei luoghi nei quali i prodotti potranno trovare le loro diverse dimensioni applicative.

Nel primo caso troviamo riprodotta l’immagine della piazza, un borgo costruito attorno ad un vuoto centrale, uno spazio che viene utilizzato per gli incontri e per gli eventi, nel secondo showroom l’idea è invece quella di proporre gli oggetti in modo essenziale ed elegante, all’interno dello spazio di una galleria/museo.

(credit photo: Filippo Poli)

L’illuminazione degli spazi

Questa dimensione naturale sottolineata nel progetto architettonico e nell’articolazione dei diversi spazi interni, è sottolineata anche dalle scelte adottate da Exenia per l’illuminazione a luce LED, che hanno privilegiato la differenziazione dei compiti visivi per le aree interne, dagli spazi di lavoro ufficio – declinati in aree openspace caratterizzate da grandi tavoli a isola – alle zone relax aperte e agli spazi con le aree pranzo e cucina, e la nursery aziendale.

Le soluzioni tecnologiche adottate vengono lasciate a vista e si uniscono nel progetto con l’equilibrio assicurato dalla scelta degli arredi, pensati in un’ottica sostenibile di totale trasformabilità e in gran parte interamente riciclabili.

Il progetto è risultato fra i vincitori del German Design Award 2020 nella categoria Excellent Architecture.

a cura di Enrico Bergamini*,Valentina Guerzoni** 

*Project Lead, EBStudio Architecture and Design

**Project Manager, Modena

 

TERRATINTA GROUP HEADQUARTERS E SHOWROOM

Location: Fiorano Modenese

Committente: Terratinta group srl

Progettazione architettonica: EBStudio – arch. Enrico Bergamini

collaboratori: arch. Valentina Guerzoni

Main Contractor Architectural design: T.M.S. costruzioni

Apparecchi di illuminazione: Exenia

EXENIA. LE SOLUZIONI DI ILLUMINAZIONE

Per l’illuminazione degli uffici, sono stati utilizzati sistemi “Lumenline” posizionati all’interno delle doghe in legno verticali, mentre proiettori ‘M3’ sono stati adottati per l’illuminazione di tutte le aree espositive.

Per caratterizzare la zona del foyer nell’area espositiva è stata utilizzata la sospensione “Hola”.

Lo showroom che riproduce l’immagine della piazza. Visibile la sospensione ‘Hola’ e il binario Unitrack con i proiettori ‘M3’  (credit photo: Filippo Poli)

L’apparecchio “Mag” in esecuzione speciale da binario è stato utilizzato nel progetto per realizzare l’illuminazione di accento sui desk dell’accoglienza. Il binario “Unitrack” è un sistema a sei conduttori facile e versatile che unisce flessibilità e prestazione.

Progettato per impianti on/ off e con gestione DALI è la soluzione ideale per l’utilizzo di proiettori compatti come i sistemi ‘M3’, in un ideale rapporto tra dimensioni e prestazioni e con una possibilità di configurazione ottica estesa e differenziata.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here