Luce e Architettura

New York. Un nuovo museo per l’Empire State Building

New York, Empire State Building. Il nuovo Museo realizzato nell’itinerario di accesso all’Osservatorio (courtesy photo: Evan Joseph) (Empire State Building Observatory)

Nell’ambito di un progetto di riqualificazione dell’Osservatorio dell’Empire State Building di New York che attira ogni anno 4 milioni di visitatori, è stato appena inaugurato un Museo al secondo piano dello storico edificio  con l’obiettivo di orientare e dare la possibilità ai visitatori di crearsi itinerari di viaggio personalizzati all’interno dell’Empire, oltre a costituire per i responsabili della gestione una soluzione in termini di flussi di visita per i visitatori, in attesa degli ascensori diretti agli osservatori siti all’86esimo e al 102esimo piano.

Il museo del secondo piano nelle intenzioni del suo progettista Tom Hennes, lead designer di Thinc Design, offre una lettura storica, artistica ed emotiva, per preparare il visitatore ad un’esperienza completa di questi spazi, attraverso un itinerario di visita che ne esalta tutti i contenuti e le suggestioni che circondano la storia e la leggenda di questo edificio.

Per queste ragioni gli spazi espositivi sono strutturati su 10 differenti gallerie che il progettista e lighting designer Jonathan Hoyle, direttore associato dello studio The Lighting Practice, ha scelto di illuminare complessivamente con 750 apparecchi a luce LED, realizzando per ciascuna delle gallerie e percorsi un sistema differenziato di gestione degli scenari luminosi.

All’ingresso del Museo, i visitatori hanno accesso ad una serie di pannelli informativi interattivi, mentre lungo il percorso possono confrontarsi con un altro personaggio iconico che il cinema ha per sempre legato a questo edificio, King Kong. Possono infatti entrare in un ambiente ufficio anni ’30 il cui involucro è trafitto dalle famose dita della scimmia e dove è possibile vedere King Kong che guarda minacciosamente dalle finestre dell’ufficio.

New York, Empire State Building. Lo spazio del percorso nel nuovo Museo dedicato a King Kong (courtesy photo: Evan Joseph) (2019 Empire State Building Observatory)

L’allestimento e il design della segnaletica interna dei percorsi, a cura di Beneville Studios, è stata realizzata in otto lingue, con la precisa idea di raccontare la storia e la leggenda dell’edificio senza dover utilizzare ulteriori parole.

Nell’itinerario di visita una della gallerie più interessanti dedicate alla storia del museo è la sezione “Construction”, che prende spunto dalla famosa immagine scattata da Lewis Hine durante la costruzione del grattacielo.

In questa area espositiva, Tenguerian Architectural Models ha realizzato una serie di modelli in fusione a grandezza naturale di carpentieri, travi e altri oggetti in uso nel cantiere.

New York, Empire State Building. Il nuovo Museo realizzato nell’itinerario di accesso all’Osservatorio. “Construction” (courtesy photo: Evan Joseph) (2019 Empire State Building Observatory)

L’esposizione fisica è associata alla presenza di media digitali (di Squint/Opera), che rievocano le attività di costruzione dell’edificio attraverso video che combinano immagini di archivio con immagini generate al computer con attori che interpretano gli operai.

Fra gli altri percorsi di visita del Museo è possibile visitare la cabina originale dell’ascensore e vedere la scheda elettrica di controllo dell’edificio installata da Otis Elevator nel 1931 o visitare uno spazio dove 72 pannelli video e interattivi presentano clip dell’Empire State Building presenti all’interno di film, spot pubblicitari, programmi TV, videogiochi e altri supporti media, in una presentazione arricchita da una colonna sonora su otto tracce eseguita da un’orchestra.

New York, Empire State Building. Il nuovo Museo realizzato nell’itinerario di accesso all’Osservatorio. La cabina Otis originaria dell’ascensore installata nel 1931 (courtesy photo: Evan Joseph) (2019 Empire State Building Observatory)
New York, Empire State Building. Il nuovo Museo realizzato nell’itinerario di accesso all’Osservatorio.(courtesy photo: Evan Joseph) (2019 Empire State Building Observatory)
New York, Empire State Building. Il nuovo Museo realizzato nell’itinerario di accesso all’Osservatorio.(courtesy photo: Evan Joseph) (2019 Empire State Building Observatory)

Il progetto del Museo costituisce il secondo step della ri-progettazione in quattro fasi: dopo la prima fase, che ha spostato l’ingresso dell’Osservatorio dalla Fifth Avenue alla 20 West 34th Street, con una hall di nuova concezione, il terzo step sarà la ricostruzione del ponte di osservazione del 102° piano dell’edificio, mentre la quarta fase, definita da un rinnovamento dello spazio espositivo dell’80 ° piano, è già stata realizzata in collaborazione con NYC & Company.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here