Luce e Fotografia

MAST. Due nuove mostre fotografiche sui temi dell’industria e del lavoro

Alinka Echeverría – ‘Apparent Femminity/ Femminilità apparente’ – Grace, veduta dell’allestimento- (2020) (courtesy photo: © Alinka Echeverría)

La Fondazione MAST propone per l’autunno 2020 due nuovi progetti espositivi:

  • la mostra del concorso fotografico su industria e lavoro “MAST Photography Grant on Industry and Work”, dedicato ai talenti emergenti che presenta le opere dei cinque finalisti della sesta edizione, Chloe Dewe Mathews, Alinka Echeverría, Maxime Guyon, Aapo Huhta e Pablo López Luz. Sono giovani fotografi selezionati tra quarantadue candidati provenienti da tutto il mondo che hanno sviluppato un progetto originale e inedito per la Fondazione MAST (inaugurazione il 7 ottobre 2020, a cura di Urs Stahel nella PhotoGallery, dove sarà annunciato il vincitore dell’edizione 2020);
  • “Inventions” a cura di Luce Lebart, con la collaborazione di Urs Stahel, allestita nella Gallery/Foyer, che propone una selezione di fotografie d’archivio prodotte in Francia tra il 1915 e il 1938 che ricostruiscono la storia dell’innovazione in questo paese.

Fra le opere dei cinque finalisti della mostra del concorso, si segnala  il lavoro di Alinka Echeverría (Città del Messico, Messico, 1981), che nei suoi lavori mette in luce il ruolo delle donne nella storia del cinema e della programmazione informatica.

Alinka Echeverría – ‘Apparent Femminity/ Femminilità apparente’ – Ada, veduta dell’allestimento- (2020) (courtesy photo: © Alinka Echeverría)

Se in Grace, con un’animazione a LED creata a partire da una fotografia di Berenice Abbott, l’artista/fotografa ricorda Grace Brewster Murray Hopper che al termine della sua carriera militare aveva raggiunto il grado di ammiraglio di flottiglia della US Navy Reserve ed è stata un’informatica americana, una pioniera del computer e in Hélène onora l’abilità delle montatrici con un’installazione costituita da lastre di vetro stampate e collocate su basamenti, con Ada l’artista rende omaggio ad Ada Lovelace o Augusta Ada King-Noel, contessa di Lovelace, la matematica definita da molti la prima programmatrice della storia, e lo fa con un gigantesco mosaico, un collage fatto di più parti.

MAST Photography Grant on Industry and Work

Orari di apertura: Martedì – Domenica 10.00 – 19.00

Ingresso gratuito su prenotazione

“Inventions”

a cura di Luce Lebart

MAST, Via Speranza 42 – Bologna

7 ottobre 2020 – gennaio 2021

Per ulteriori info

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here