Luce & Danza

Luce e multimedialità per il “Lago dei Cigni”

Photo by Costin Radu
(Photo by Costin Radu)

Per una inedita interpretazione di un classico di ogni tempo del balletto romantico, il “Lago dei Cigni” di Tchaikovsky, il light designer Mikki Kunttu ne ha progettato per il Royal Danish Theatre una nuova versione multimediale dal punto di vista della luce, della scenografia e del supporto video.

Lo spettacolo, diretto da Nikolaj Hübbe e prodotto dalla Copenhagen Opera House con le coreografie di Silja Schandorff e i costumi di Mia Stensgaard ha proposto una immagine moderna e insieme coerente alla forza e al dinamismo romantico del sentimento espresso dalla famosa partitura musicale.

La scena pensata da Kunttu presenta uno spazio molto ampio, così vasto da dominare letteralmente l’ambiente al di sopra e alle spalle dei ballerini.

Photo by Costin Radu
(Photo by Costin Radu)

Ispirandosi all’Art Deco, il light designer ha progettato dieci grandi sagomatori per luci di taglio (per il movimento delle gambe dei ballerini) posizionati ad un’altezza di 9 m e pendenti dall’alto da un binario Triple E Unitrack Systems, che possono essere movimentati in modo autonomo, utilizzando un sistema gestito via wireless DMX attraverso una console ETC Insight 3.

Questi apparecchi sagomatori potevano muoversi in modo anche indipendente, verso l’alto e verso il basso, a sinistra e a destra, fino a creare l’effetto di un crollo strutturale della scena.

Tutti i proiettori mobili sono supportati da alimentazione a batteria, mentre il sistema di installazione è stato messo a punto dalla squadra tecnica del Royal Theatre con il supporto tecnico di Engelbrecht Construction e la consulenza per l’apparato scenografico di Colour Compagniet.

Dal momento che il set era molto monocromatico, c’è stato più margine utile per lavorare sulle saturazioni e sulle tonalità nelle luci e e nei costumi. Otto torri per le luci di taglio sono state equipaggiate con 48 Harman Martin Professional MAC Viper Profiles and 16 proiettori VariLite VL1000 AS con lampade Philips.

Photo by Costin Radu
(Photo by Costin Radu)

L’illuminazione speciale del fondale comprende invece 10 Harman Martin MAC III Profiles. La restante parte del set di illuminazione era già in dotazione al teatro, compresi gli apparecchi Harman Martin MAC III Wash, alcuni MAC III Profiles, Philips VariLite VL3550s , ETC Revolutions, High End Systems Studio Color 575s  e i proiettori LED LDDE SpectraConnecT5.

Le macchine del fumo: alcune MDG Atmosphere. Non sono stati utilizzati apparecchi con sorgenti tradizionali. Per la programmazione: Vectorworks 2015.

Per quanto riguarda i contenuti della parte video dello spettacolo, Kunttu ha lavorato con David Nordström e Viktor Rundlöf di Green Wall Designs AB e ha realizzato tutto il programma video a partire da un singolo file PNG in bianco e nero con la risoluzione 1.920×1.080, “…che rappresentava semplicemente un frame del movimento delle gambe”.

Gli effetti di animazione sono poi stati creati utilizzando i supporti di Maxon Cinema 4D e Adobe After Effects per Photoshop, mentre i materiali e le riflessioni sono state aggiunte in un secondo momento come i movimenti.

(Massimo Maria Villa)

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here