Luce e scenografie urbane

Londra, stazione di London Bridge. Un progetto di lighting per Mark Titchner

Londra, London Bridge Station. Mark Titchner, “Me.Here.Now” (2019)(progetto di lighting design: Alexandra Kalimeri, per L & L Luce & Light) (courtesy photo: Ron Bambridge Photographer)

A Londra, per la stazione di London Bridge nel quartiere di Southwark, che con la stazione di Deptford è la più vecchia stazione ferroviaria attualmente presente nell’area della ‘Greater London’ – inaugurata nel 1836 – la lighting designer inglese Alexandra Kalimeri ha curato il progetto illuminotecnico per un’installazione artistica “site-specific” realizzata dall’artista contemporaneo Mark Titchner.

Il progetto artistico, “Me. Here. Now.”, commissionato dalla società proprietaria dell’infrastruttura ferroviaria Network Rail, e realizzato con la cura dell’agenzia Futurecity, propone un’interessante esempio del lavoro di Mark Tichner attorno ai differenti codici del linguaggio, dalla parola al suono.

In questo caso specifico, nel contesto di un’installazione definita da tre gigantesche cupole in acciaio inox lucidate specchiate internamente e esternamente di 4,5 a 6,5 m di diametro, sospese e sostenute da funi in acciaio nella nuova passerella pedonale nell’area della stazione tra Tooley Street e St Thomas Street, il concept dell’intervento di Tichner sviluppa il tema del rapporto fra l’esperienza quotidiana del viaggio e l’occasione di riflessione spirituale e insieme sociale che questo comporta.

Londra, London Bridge Station. Mark Titchner, “Me.Here.Now” (2019)(progetto di lighting design: Alexandra Kalimeri, per L & L Luce & Light) (courtesy photo: Ron Bambridge Photographer)

In ogni cupola infatti – che riflette sia la muratura del soffitto composta da mattoni rossi, sia le immagini riflesse delle persone e degli oggetti nei loro movimenti e colori – la presenza di brevi testi tra disegni geometrici, propone come un mantra messaggi proattivi a quanti si trovano per un attimo isolati dal contesto frenetico della loro quotidianità.

Londra, London Bridge Station. Mark Titchner, “Me.Here.Now” (2019)(progetto di lighting design: Alexandra Kalimeri, per L & L Luce & Light) (courtesy photo: Ron Bambridge Photographer)

Per il progetto illuminotecnico sono stati adottati 71 proiettori da esterno da 20 W (apparecchi “Kleo 2.0” di L&L Luce & Light), con temperatura colore di 3000K ed equipaggiati da un’ottica speciale con apertura a 19°, per realizzare l’illuminazione diretta delle tre grandi cupole metalliche ed evidenziarne le decorazioni.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here