Milano - Atomic Spa Suisse - Hotel Boscolo Exedra

Le mille bolle blu

Milano, Exedra Atomic SPA Suisse – Milano. La grande piscina del Centro Benessere (photo: Jürgen Eheim)
Milano, Exedra Atomic SPA Suisse – Milano. La grande piscina del Centro Benessere (photo: Jürgen Eheim)

La richiesta del committente Angelo Boscolo era quella di realizzare un’opera capace di emozionare e coinvolgere, arrivando a generare un feedback psicofisico molto importante sui suoi utenti: partendo da questo è nata l’idea del centro benessere per l’Hotel Exedra Milano

La forma architettonica di questo intervento nasce con la precisa volontà di trasportare in modo quasi subliminale il visitatore in una dimensione surreale, metafisica, in grado di trasformare la sua esperienza in memoria attiva. All’interno di questo spazio l’uomo si trova sospeso in una realtà inedita che lo guida alla riscoperta di sé, alla ricerca di nuovi equilibri mentali e fisici.

Come nella dimensione onirica di un classico degli anni ’60, in una famosa canzone di Mina “…vedo le mille bolle blu e vanno leggere, vanno si rincorrono, salgono scendono per il ciel. […] “, l’esperienza del visitatore è caratterizzata qui da un’inebriante vertigine, andando a rappresentare un iconico punto di riferimento per i futuri centri benessere di tutto il mondo.

Exedra Atomic SPA Suisse – Milano. Un’altra immagine del Centro benessere (foto: Jürgen Eheim)
Exedra Atomic SPA Suisse – Milano. Un’altra immagine del Centro benessere (foto: Jürgen Eheim)

Lo spazio architettonico realizzato è un manifesto tridimensionale del possibile e voluto connubio tra architettura, sensorialità e benessere, frutto della sinergia tra arredi funzionali, forme plastiche e fluide, e l’esperienza privata dell’ospite che percorre questo spazio all’interno di un sogno che tende all’irreale.

Exedra Atomic SPA Suisse – Milano. L’utilizzo della luce LED e dei sistemi cambiacolore introduce l’ospite ad un’esperienza assolutamente inedita (photo: Jürgen Eheim)
Exedra Atomic SPA Suisse – Milano. L’utilizzo della luce LED e dei sistemi cambiacolore introduce l’ospite ad un’esperienza assolutamente inedita (photo: Jürgen Eheim)

Un luogo interattivo

Gli spazi interni sono tutti contraddistinti da una dimensione ibrida e anticanonica, dalla reception ai percorsi di distribuzione, dagli spogliatoi alle cabine per i trattamenti, dalla zona umida con sauna, bagno turco, docce, generatore di ghiaccio e spazio relax, alla grande piscina scandita da multipli giochi d’acqua e getti idromassaggio. Tutto è disegnato a favore di uno spazio con una sua realtà autonoma, anche indipendentemente dall’albergo.

Il desk di ingresso, perfettamente lucido e bianco, accoglie l’ospite introducendolo – con le sue retroilluminazioni cambiacolore e le sue geometrie – al nuovo mondo che stiamo per raggiungere. Un oblò rotondo, un primo occhio aperto sul futuro, ci invita ad essere pronti a percepire nuove sensazioni spaziali, diverse e imprevedibili.

La grande vetrata, che divide l’utente dalla zona relax, ci permette di vedere – attraverso le serigrafie – uno spettacolo di luci e di riflessi, in un’articolazione di superfici plastiche che colpisce i nostri sensi e li fa vibrare.

L’architetto non vuole però che il percorso emozionale dell’utente si interrompa, e come nel climax tensionale ascendente del ritmo narrativo di un film d’azione, opera poiché l’esperienza diventi memoria e accresce quindi la nostra attesa e il nostro desiderio, distogliendo la nostra attenzione dalla vista del grande spazio centrale per deviarci lungo un camminamento stretto e lungo, una sorta di ascesa emotiva verso l’esplosione sensoriale finale, scandito da luminose e galleggianti vetrine espositive per i prodotti, da un lato, e dalle porte d’ingresso, in vetro acidato, delle varie cabine trattamento, dall’altro.

 Exedra Atomic SPA Suisse – Milano.I sistemi di illuminazione a luce LED utilizzano in modo combinato effetti di retroilluminazione con soluzioni cambiacolore (photo: Jürgen Eheim )
Exedra Atomic SPA Suisse – Milano.I sistemi di illuminazione a luce LED utilizzano in modo combinato effetti di retroilluminazione con soluzioni cambiacolore (photo: Jürgen Eheim )

Gocce di metallo fuso

Le cabine trattamento sono caratterizzate da arredi semplici, morbidi, rigorosi, esaltati dai giochi di luce e colore e da una attenta illuminazione a LED bianchi e cambiacolore. Al termine del percorso, superati gli spogliatoi, e risaliti alcuni scalini sottolineati da LED segnapasso blu, si giunge finalmente al cuore del centro benessere.

Le bolle specchianti, le macroscopiche gocce di “metallo fuso”, sono realizzate in materiale plastico cromato: dopo averci guidato, come bollicine che risalgono il collo di una bottiglia di champagne, si intensificano e diventano una vera e propria esplosione via via che ci avviciniamo alla grande piscina.

Exedra Atomic SPA Suisse – Milano. Un’altra immagine della grande piscina del centro (foto: Jürgen Eheim)
Exedra Atomic SPA Suisse – Milano. Un’altra immagine della grande piscina del centro (foto: Jürgen Eheim)

Grandi alberi sinuosi, con lunghi bracci ondeggianti che sembrano fluttuare nel vuoto, generano, con le mille riflessioni e suggestioni delle gocce a soffitto, un’atmosfera capace di generare una irripetibile e sinestetica esperienza.

Una macroproiezione, lunga una decina di metri, investe un’intera parete dando vita ad un paesaggio virtuale in continua mutazione. In una penisola, che si stacca dalla zona relax, sono ospitate le docce sensoriali, schermate da una grande vetrata dagli angoli stondati, e segnalate, rispettivamente, da LED rossi e blu.

 Exedra Atomic SPA Suisse – Milano. Gli effetti cromatici determinati dall’illuminazione si uniscono all’esperienza dei trattamenti della SPA (foto: Jürgen Eheim)
Exedra Atomic SPA Suisse – Milano. Gli effetti cromatici determinati dall’illuminazione si uniscono all’esperienza dei trattamenti della SPA (foto: Jürgen Eheim)

Le cellule contenenti la sauna ed il bagno turco, rivestite interamente a specchio, fanno da sfondo al nucleo centrale di questo coinvolgente luogo, riflettendone il contenuto.

In una zona satellitare rispetto a quella relax e della piscina si trova la speciale cabina sensoriale: con pianta circolare è completamente ricoperta di specchianti gocce di metallo fuso e ospita due lettini per trattamenti nonché una gigantesca cornice, capace di inquadrare chi sta, al di là del vetro, e di cambiare volto all’intero spazio, grazie alla sua luce cambiacolore.

Una narrazione compositiva, quella dell’intero centro benessere, portata avanti curando ogni singolo particolare, in una sintesi personale che ripercorre le orme storiche di un maestro come Van de Velde, della sua ossessione nella cura maniacale della definizione dello spazio architettonico.

(arch. Simone Micheli – Simone Micheli Architectural Hero, Firenze)

Atomic SPA Suisse – Hotel Boscolo Exedra, Milano

Committente: Boscolo Hotels

Progetto di Interior Design: arch. Simone Micheli

Progetto illuminotecnico: arch. Simone Micheli

Gestione SPA: Spa Suisse

Progettazione: 2009

Realizzazione: 2009

Luogo: Hotel Exedra – Milano

Superficie: 500 m2

Realizzazione arredi, strutture scultoree e complementi, piscina, bagno turco e sauna (su disegno di Simone Micheli): Mioblu Special Wellness

Illuminazione: iGuzzini Illuminazione – Logica

Realizzazione del logo del centro benessere: MPI

Foto: Jürgen Eheim