Arte & Tecnologia

Le fibre ottiche di Daniel Buren al GAMeC di Bergamo

Gwangju Design Biennale – “Fibres optiques tissée”. Alcuni lavori in fibra ottica di Daniel Buren nell’allestimento presso la biennale coreana, nel luglio-agosto 2019 (courtesy photo: ©DB-ADAGP Paris)

La GAMeC, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo ha programmato dal mese di luglio fino al prossimo novembre 2020 la mostra dell’artista francese Daniel Buren,“Daniel Buren. Illuminare lo spazio (lavori in situ e situati)”.

L’ esposizione curata da Lorenzo Giusti raccoglierà – per la prima volta in Italia – una selezione delle nuove opere in fibra ottica realizzate dall’artista: tessuti luminosi che ripropongono in parte il vocabolario visivo geometrico tipico dell’artista francese – noto in tutto il mondo per le sue grandi installazioni ambientali e per i suoi lavori che fanno ricorso a materie tessili – e individuando dall’altra inediti ed efficaci pattern ottici posti in stretto dialogo con il contesto dello spazio storico in cui sono installati, la Sala delle Capriate presso il Palazzo della Ragione di Bergamo.

Lo spazio ospita per il terzo anno consecutivo la sede estiva delle mostre realizzate dalla GAMeC.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here