Landscape lighting

Il progetto d’illuminazione del paesaggio negli atenei italiani

 

Venezia. Master di II livello in architettura del paesaggio e del giardino dello IUAV (cortesia: IUAV)

Il tema del landscape design è molto vasto, comprende il progetto del paesaggio, dei giardini, delle grandi aree urbane, ed è studiato ed analizzato con diverse modalità in quasi tutti gli atenei italiani, infatti solo i master dedicati sono più di dieci. Lo studio dell’illuminazione, nello specifico, è invece affrontato spesso in relazione alle altre discipline, come complemento imprescindibile per lo sviluppo completo di una proposta progettuale.

A Venezia, il Master di II livello in architettura del paesaggio e del giardino dello IUAV, responsabile scientifico Andrés Holguín, avvalendosi dell’esperienza pluriennale maturata dall’Università IUAV di Venezia nell’ambito della Laurea specialistica in Paesaggio, si propone di fornire gli strumenti tecnici e metodologici inerenti la progettazione nell’ambito del paesaggio e del giardino, orientata sia ai contesti storici che contemporanei.

Il master è composto da quattro moduli: primo modulo, paesaggio, tecniche e strumenti; secondo modulo, giardino, storia e progetto; terzo modulo, dedicato al progetto contemporaneo ed infine il quarto modulo prevede il tirocinio e la tesi.

All’interno del primo modulo, quello di supporto tecnico, è inserito il tema del landscape lighting in forma di conferenze ed incontri con professionisti di eccellenza, come negli anni Roger Narboni e Pietro Palladino che hanno contribuito con la loro esperienza ad arricchire di contenuti fondanti il percorso di apprendimento di un progetto così articolato, come quello del paesaggio.

Nei progetti degli studenti per il laboratorio sull’Isola della Certosa, con il supporto di Roger Narboni, l’illuminazione è stata parte del progetto finale, definendo i diversi livelli di percezione degli interventi.

Venezia. Master di II livello in architettura del paesaggio e del giardino dello IUAV (cortesia: IUAV)

Il tema sviluppato sulla luce, molto contemporaneo ed innovativo, è stato quello della riduzione della luce e della sua assenza.

Come l’uso sempre minore dell’acqua rappresenta nel progetto contemporaneo una poetica nuova, che risponde alla scarsità di risorse del territorio ed alla necessità di un minor impatto ambientale, così la riduzione della luce e addirittura la sua assenza creano una nuova visione dei luoghi, facendo diventare le normative sull’inquinamento luminoso ed il risparmio energetico una nuova possibilità espressiva e non più meri vincoli progettuali.

Infatti, nel progetto per l’Isola La Certosa a Venezia, l’illuminazione funzionale della zona d’approdo dei traghetti lascia spazio ad una riduzione dell’intensità della luce verso l’interno fino a scomparire nel centro dell’isola, come a sottolineare la visione sempre meno pubblica e sempre più intima dei luoghi.

Le immagini dei lavori sono degli studenti Eleonora Capriotti, Roberto Fulciniti, Ilaria Odoguardi, Giuliana Vallone.

Final jury: Henri Bava (Agence TER), Mariapia Cunico, Enrico Fontanari, Andrés Holguín, Luigi Latini, Daniela Moderini, Giuseppe Rallo, Alberto Sonino.

A Roma, l’Associazione Culturale ”architetto Simonetta Bastelli” da gennaio 2017, ogni anno, istituisce un Master di II livello in “Landscape Design – Master in Progettazione Del Paesaggio – PDP insieme a CURSA (Consorzio Universitario per la Ricerca Socioeconomica e per l’Ambiente), organismo di diritto pubblico riconosciuto dal MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, tra le università del Molise, della Tuscia di Viterbo e di Ferrara.

Roma. Master di II livello in “Landscape Design – Master in Progettazione Del Paesaggio – PDP”. Una tavola con il lavoro di Maria Teresa Tomassetti – Ripalvella, San Venanzo (TR) (cortesia: Associazione Culturale “arch. Simonetta Bastelli”)

Il Master è gestito da quest’ultimo con il patrocinio dell’Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio (AIAPP) e dell’Associazione Costruttori Edili di Roma e Provincia (ACER). Si svolge prevalentemente a Roma, presso la sede del Cursa; ma con possibilità di altre sedi italiane e straniere.

Il Master è strutturato come “laboratorio intensivo” e risponde alla richiesta attuale sempre più elevata di esperti in grado di operare, progettare e gestire il progetto di paesaggio, sia in ambito pubblico che privato, attraverso la redazione di elaborati specifici, che a diverse scale approfondiscano metodologie progettuali e modalità di rappresentazione dell’idea e del progetto di paesaggio, in tutte le sue fasi, sino a quella esecutiva.

Il programma prevede lezioni frontali, laboratori progettuali ed interventi di paesaggisti ed esperti riconosciuti in ambito nazionale ed internazionale. All’interno delle diverse discipline il laboratorio “Luce nel paesaggio”, curato dalla prof.ssa arch. Donatella Pino, si occupa di sviluppare il tema del progetto di luce dalle basi fondanti dello studio della “grammatica” del lighting design, e quindi le basi tecnico-teoriche, fino allo sviluppo di un concept e di un progetto esecutivo, legato ad un lavoro di progettazione oppure ad un case history specifico assegnato.

Roma. Master di II livello in “Landscape Design – Master in Progettazione Del Paesaggio – PDP”. Una tavola con il lavoro di Margherita Capitani – Ripalvella, San Venanzo (TR) (cortesia: Associazione Culturale “arch. Simonetta Bastelli”)
Roma. Master di II livello in “Landscape Design – Master in Progettazione Del Paesaggio – PDP”. Una tavola con il lavoro di Ilaria Gnesivo – Ripalvella, San Venanzo (TR) (cortesia: Associazione Culturale “arch. Simonetta Bastelli”)

Gli studenti frequentano prima delle lezioni strutturate in due parti, una teorica, l’altra di confronto con progetti realizzati, in modo da acquisire gli strumenti funzionali e poetici dell’argomento, e contemporaneamente capirne le applicazioni reali; poi nella fase progettuale si segue lo sviluppo di un progetto fino ad un elaborato esecutivo (quest’anno dedicato al tema del paesaggio di Ripalvella, San Venanzo (TR), un lavoro commissionato all’Associazione stessa e quindi occasione unica di confronto per gli studenti con una significativa esperienza lavorativa).

Roma. Master di II livello in “Landscape Design – Master in Progettazione Del Paesaggio – PDP”. Una tavola con il lavoro di Giulio Bernardini – Ripalvella, San Venanzo (TR)(cortesia: Associazione Culturale “arch. Simonetta Bastelli”)
Roma. Master di II livello in “Landscape Design – Master in Progettazione Del Paesaggio – PDP”. Una tavola con il lavoro di Valeria Troisi – Ripalvella, San Venanzo (TR) (cortesia: Associazione Culturale “arch. Simonetta Bastelli”)

Le immagini dei lavori sono una selezione fra quelle dei progetti degli studenti Giulio Bernardini, Margherita Capitani, Ilaria Gnesivo, Maria Teresa Tomassetti, Valeria Troisi.

(a cura di arch. Sara Berta Borzelli & Berta Architetti, Roma)

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here