Zumtobel Group Award 2014

I vincitori

La giuria del quarto Zumtobel Group 2014: da sin. a ds. Yung Ho Chang, Brian Cody, Winy Maas, RainerWalz, Ulrich Schumacher, Sejima Kazuyo, Kunlé Adeyemi
La giuria del quarto Zumtobel Group 2014: da sin. a ds. Yung Ho Chang, Brian Cody, Winy Maas, RainerWalz, Ulrich Schumacher, Sejima Kazuyo, Kunlé Adeyemi

Avrà luogo il 22 settembre 2014 a Londra, nella sede della Serpentine Gallery, la cerimonia di premiazione del Zumtobel Group Award 2014, che mette complessivamente a disposizione dei premiati ben 150.000 euro.

Sarà proclamato un vincitore per ognuna delle tre categorie “Applied Innovations”, “Buildings” e “Urban Developments & Initiatives”.

Per il membro della giuria Ulrich Schumacher, Zumtobel Group CEO: “Attraverso il premio è stato possibile focalizzare un dibattito pubblico vivace e intenso sui problemi attuali dell’ambiente costruito. Questo tipo di discussione, che abbiamo anche sperimentato tra i membri della giuria, è favorevole a guidare i progressi sui vari argomenti e a promuovere approcci innovativi alle soluzioni”.

I nomi dei tre vincitori del Zumtobel Group Award 2014 – e una classifica dei progetti nominati – saranno resi noti nella conferenza stampa di Londra il 22 settembre 2014.

Le tre categorie del Premio disporranno pari merito di una borsa di € 50.000.

Fra i 50 lavori pervenuti alla Giuria nell’ambito della prima categoria, hanno ricevuto la nomination i seguenti progetti:

1) Arup Deutschland GmbH per “Solarleaf” di Amburgo (DE) – sistema di facciata foto-bioreattore;

2) Future Cities Laboratory, Singapore / ETH Zurigo (CH), per “Bamboo Reinforced Concrete” – un innovativo materiale da costruzione;

3) James Ramsey, New York (USA), per “The Lowline” NY – tecnologia a fibra ottica per catturare la luce del sole in ambiente ipogeo;

4) KONE, Espoo (FN), per “Kone UltraRope” – tecnologia per ascensori;

5) Lehm Ton Erde Baukunst GmbH, Schlins (A), per  un utilizzo della terra battuta come materiale da costruzione.

Per  la categoria “Buildings, la Giuria ha selezionato tra 146 pervenuti, i seguenti progetti:

1) Lacaton & Vassal Architectes, Parigi (FR), per “Casa Trasformazione”, Saint-Nazaire, La Chesnaie (FR);

2) RMA Architects, Mumbai (IN), per “Corporate Office per le infrastrutture Company”;

3) Rurale Urbana quadro, Hong Kong (China), per la “Casa per tutte le stagioni”, Shija Village (CN) – prototipo abitativo per le regioni rurali in Cina;

4) Studio tamassociati Architects, Venezia (IT), per “Centro Pediatrico Port Sudan”;

5) Urban-Think Tank, Zurigo (CH), per “Vertical Gymnasium Santa Cruz Del Este”, Caracas (VE).

Per l’ultima categoria  – sponsorizzato dal marchio Thorn – dedicata ai progetti e alle iniziative per i contesti urbani, quali strategie di sviluppo/progettazione, piani regolatori, progetti pubblici e di ricerca, progetto vincitore è stato selezionato fra i 160 pervenuti, fra i quali la giuria ha individuato le seguenti nomination:

1) ArchiAid, Sendai (JP), per “Architetto di rete per sostenere la ricostruzione” – (a seguito dello tsunami in Giappone);

2) Burgos & Garrido Arquitectos / Porras La Casta / Rubio & Á._Sala / West 8, per “Madrid Río”, Madrid (ES) – per la localizzazione della tangenziale sotterranea ridisegnando il paesaggio urbano;

3) Elemental, Santiago (CL), per “Costituzione Pres” – piano generale di ricostruzione sostenibile;

4) UNITYDESIGN / Chiba Università / Istituto di Ricerca per l’Umanità e la Natura (JP) / Universitas Indonesia (RI), per “Megacity Skeleton”;

5) Turenscape, Pechino (CN), per “Qunli Stormwater Park”, Qunli Città Nuova (China).

 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

[recaptcha]
Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*