Exenia – Collezione outdoor “Tripo”

Geometrie di luce solide e leggere

Apparecchio “Tripo”, versione terra, per la nuova collezione outdoor Exenia (design: arch. Lorenzo Querci, per Exenia) (cortesia photo: Exenia)

Nell’ambito della nuova collezione di apparecchi per esterni di Exenia, “Tripo” è stato progettato per le zone di confine fra interni ed esterni, aree nelle quali la qualità dell’illuminazione diventa qualità condivisa, paesaggistica, urbana, anche quando circoscritta in un singolo giardino

“Illuminare l’esterno è qualcosa di assolutamente delicato, che agisce dove finisce l’edificio e comincia l’”intorno”. In questo modo l’arch. Lorenzo Querci, designer ed art director di Exenia, ci introduce “Tripo”, apparecchio per la nuova collezione outdoor.

“Per noi il miglior prodotto da esterno è quello che illumina ma non si vede, e per questo abbiamo studiato geometrie solide ma non invasive dove la vegetazione non trova ostacolo ma anzi partecipa e completa il quadro progettuale”.

Nella nuova collezione da esterno, l’apparecchio “Tripo” viene presentato in questo modo come una serie suddivisa in modo virtuale fra due mondi, quello degli elementi ‘indispensabili’ disegnati con geometrie elementari e minimali, e quello degli elementi ‘caratterizzanti’ dove il prodotto offre il massimo mimetismo e una inaspettata solidità.

All’interno della nuova serie per esterni di Exenia si collocano apparecchi di varie tipologie, proiettori, incassi, sistemi parete, bollard, sistemi decorativi, tutti caratterizzati da prestazioni tecniche elevate, dimensioni contenute ed una tavolozza di finiture ruvide ed opache, con colori altamente mimetici e direttamente ispirati ai materiali naturali.

Semplicità tecnica e formale alla base del concept

L’engineering per il nuovo apparecchio “Tripo” si è mosso attorno ad un concept ispirato da semplicità tecnica e formale, dalla capacità di comunicare insieme qualità della luce e durevolezza, oltre che dall’obiettivo di realizzare un prodotto a luce diffusa mai visivamente invasivo: un prodotto leggero e “trasparente”, facile da installare e resistente, capace di un irraggiamento luminoso orizzontale morbido ed esteso.

“Tripo”. Un’ambientazione con le tre versioni, terra, parete e con diffusore sferico (design: arch. Lorenzo Querci, per Exenia) (cortesia photo: Exenia)

Il suo processo di progettazione, all’interno dell’azienda, è stato caratterizzato da velocità di esecuzione, nel senso che dal concept al prototipo definitivo è trascorso un tempo molto breve: partendo quindi da uno studio che rappresentava l’idea, è stata fatta una preingegnerizzazione e successivamente sono stati prodotti un paio di prototipi per un’analisi tecnico funzionale. Quando il prodotto ha raggiunto tecnicamente il suo obiettivo, si è applicato un linguaggio formale capace di enfatizzarne le caratteristiche principali.

Prestazioni e dimensioni sono quindi il rapporto chiave della ricerca di Exenia, che nel caso del prodotto “Tripo” sono stati rappresentati dalla scelta di utilizzare una scheda LED a tensione di rete ‘Ripple free’, che in quanto elettronica integrata non necessita di alimentazioni remote, rendendo molto semplice l’installazione.

Come tutti gli altri apparecchi di Exenia, anche “Tripo” è nato da un processo evolutivo che pone l’attenzione sull’ecologia logistica ed organizzativa, optando per una filiera di fornitori più corta possibile, questo anche per rispondere alle continue richieste di personalizzazione, o di realizzazione di prodotti speciali in tempi molto brevi.

Versioni e configurazioni disponibili

“Tripo” si inserisce in modo molto armonioso in situazioni come giardini privati, dehor, percorsi esterni in palazzi storici o musei, dove l’inserimento formale è delicato e poco invasivo.

Nella versione con sfera diffondente invece il prodotto diventa più decorativo e può essere utilizzato nelle situazioni progettuali nelle quali la luce diventa un elemento caratterizzante.

Apparecchio “Tripo”, nella versione terra con diffusore sferico (design: arch. Lorenzo Querci, per Exenia) (cortesia photo: Exenia)

Grazie alla personalizzazione sia in termini dimensionali che di potenze, agli accessori disponibili, ed alle due possibilità di installazione a terra o parete, con un solo prodotto è quindi possibile assolvere a varie situazioni presenti negli ambienti esterni.

L’apparecchio “Tripo” nella versione terra, qui equipaggiato da schermatura dell’emissione luminosa (design: arch. Lorenzo Querci, per Exenia) (cortesia photo: Exenia)

“Tripo” si presenta con una conformazione a traliccio con base di ancoraggio a terra molto ampia, con una estetica molto minimale ed essenziale e un gruppo ottico che nasconde la sorgente luminosa nella parte alta dell’apparecchio.

Disponibile sia nella versione bollard in tre altezze differenti, che in una versione a parete. L’apparecchio a basso impatto visivo, con forma triangolare, è dotato di una singola scheda LED e diffusore stagno, con fascio emissivo di 120°.

Nella versione da terra, tre le altezze disponibili (800, 600, 300 mm); la struttura in alluminio e acciaio è verniciata a polvere ad alta adesione, in differenti finiture: grigio carbone, marrone fango, sabbia opaco, bianco caldo ed effetto ruggine.

Con IP65, sono presenti due potenze differenti, da 4,5 W con 450 lm, e da 8 W con 750 lm, e tre possibili temperature di colore: 2700K, 3000K, 4000K, con CRI 85.

In entrambe le versioni, a parete o da terra, sono inoltre disponibili accessori per la personalizzazione del prodotto: una sfera in PMMA per una distribuzione omnidirezionale della luce e un pannello schermante caratterizzato da una serie di fori.

Con una lifetime di 45.000 ore, “Tripo” è classificato a basso rischio per la sicurezza fotobiologica dei sistemi di illuminazione (RG1), ed è disponibile su richiesta un trattamento integrativo CRC suggerito per ambienti soggetti a condizioni estreme.

Il prodotto è disponibile e configurabile direttamente dal sito web dell’azienda, scegliendo la versione (terra o parete) le finiture, le potenze e gli accessori installabili.

(a cura di dott.ssa Lisa Marchesi, lighting designer – mldlab, Milano)

 

APPARECCHIO PER L’ILLUMINAZIONE OUTDOOR “TRIPO “ DI EXENIA

L’apparecchio “TRIPO,” parte della nuova collezione per esterni di Exenia, ed è stato pensato per tutti quegli ambienti in cui si cerca poca invasività diurna ed un’ottima distribuzione luminosa notturna.

“Tripo”, qui nella versione parete (design: arch. Lorenzo Querci, per Exenia) (cortesia photo: Exenia)

Disponibile nella versione da terra o da parete, è caratterizzato da una struttura lineare che nasconde nella sua sommità un diffusore satinato al cui interno una piastra LED garantisce una proiezione di luce orizzontale molto morbida.

Nella sua versione più decorativa è presente invece un diffusore sferico che allarga il fascio di luce illuminando tutto l’ambiente circostante, o un accessorio schermante che trasforma l’emissione parzializzandola e trasformando completamente l’atmosfera.

Con dimensioni contenute, un design minimale e finiture calde e naturali

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here