Sguardi sul futuro

Design Week 2021. Con “We Will Design” BASE lancia una call to action

BASE lancia il progetto WE WILL DESIGN

BASE Milano, progetto di contaminazione culturale tra arti, imprese, tecnologia e innovazione sociale nato nel 2016 all’interno degli edifici ex industriali dell’ex-Ansaldo, ha lanciato l’iniziativa “WE WILL DESIGN” una grande Call collettiva rivolta alle giovani generazioni e alle università per ripensare nuovi modi di vivere futuri attraverso il Design.

BASE ha pensato alle proposte del prossimo Fuorisalone per fare il punto sui temi più attuali emersi da questo particolare momento storico, dal design antropologico passando attraverso la costruzione identitaria fino ai comportamenti sociali.

La Call è rivolta a tutte le università, alle accademie, ai luoghi di formazione non convenzionale, ai designer ed ai brand emergenti in grado di individuare e ricercare soluzioni innovative attraverso le proposte del Design in risposta all’attuale e inevitabile fase di ripensamento globale dei nuovi modi di vivere.

Negli ultimi mesi della vita quotidiana i nuovi codici di condotta hanno messo alla prova il senso della coesistenza e della coabitazione, del nostro essere connessi al di là del mezzo digitale.

Il Design in questo contesto diventa lo strumento per rispondere ad un progetto più vasto coinvolgendo l’ambiente, l’habitat, i rituali domestici o sociali, le relazioni tra spazio pubblico e privato e altre nuove forme di design antropologico. Dal design di prodotto a quello dei servizi, dalla moda al design d’interazione, dal branding all’experience design, è il design che ci aiuta a indagare dove sta andando la nostra società.

Il Design viene visto anche come uno strumento fondamentale e potente di cooperazione e costruzione comune, in cui le realtà della formazione hanno un ruolo cruciale nel ri-progettare relazioni e co-abitazioni del futuro: in un coinvolgimento sul lungo periodo, co-progettazione e transettorialità sono al centro dell’approccio di BASE.

Sul versante della co-progettazione, il programma delle iniziative di “We Will Design” si svilupperà infatti attraverso diversi appuntamenti nel corso dell’anno, coinvolgendo ospiti ed eventuali espositori interessati e troverà il suo apice nel corso della Design Week. Oltre ai contenuti espositivi offre alle università la possibilità di co-creare un percorso progettuale da proporre alla Design Week e da evolvere nei suoi contenuti durante tutto l’anno accademico. Si potranno inoltre realizzare incontri, talk, residenze e workshop con gli studenti.

Un ampio spazio sarà assegnato alla creazione di progetti site specific sviluppati a quattro mani insieme a BASE e alle realtà coinvolte attraverso residenze, workshop e un public program per approfondire le tematiche indagate.

Sul versante della ‘transettorialità’, BASE coinvolgerà non solo le università di design ma anche le accademie e le differenti esperienze formative transdisciplinari per offrire uno sguardo più complesso tra architettura, urban design, social design, relational design, public design, graphic design e mondo dell’arte.

Una Temporary Home andrà a delineare le proposte di 10 stanze su altrettanti scenari futuribili: casaBASE andrà a costituirsi quindi come una residenza sui generis in cui lo spazio diventa casa, laboratorio e spazio espositivo per tutto il periodo della Design Week.

La call è stata aperta il 7 ottobre 2020 alle 18.30 e resterà aperta fino al 4 dicembre 2020 alle 24.00.

Dopo un’attenta analisi e selezione, si darà un feedback agli aspiranti entro il 18 dicembre 2020. La selezione sarà effettuata da uno staff dedicato interno a BASE, che si riserva di aprire altre call più specifiche rispetto all’andamento dell’anno e alla situazione Covid-19.

Clicca qui per scaricare la call completa

Per maggiori informazioni

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here