Un progetto per il Ponte Vecchio

 

Ponte Vecchio (Firenze)
Ponte Vecchio (Firenze)

In occasione di un Workshop tecnico – evento, che si terrà il 19 settembre sulle rive dell’Arno presso la Società Canottieri di Firenze, Welt Electronic e DGA proporranno all’attenzione dei lighting designer il progetto ‘Nuova luce a Ponte Vecchio’, nato con lo scopo di adeguare l’illuminazione del Ponte Vecchio di Firenze ad un appropriato uso delle nuove tecnologie a LED, garantendo la diminuzione drastica dei consumi di energia elettrica e i relativi costi di manutenzione dell’impianto.

Per Pietro Dho, Chief executive di Welt Electronic SpA, l’azienda fiorentina che ha acquisito il contratto di distribuzione esclusiva per l’Italia di uno dei colossi mondiali nella produzione di LED, l’azienda giapponese Nichia, si tratta di un progetto che è partito dalla volontà di coinvolgere gli operatori più rilevanti attivi sul territorio, e per questo “..Welt Electronic ha coinvolto il Design Campus dell’Università degli Studi di Firenze con la responsabilità scientifica del prof. Massimo Ruffilli, insieme ad un pool di aziende operanti sul territorio fiorentino”.

Il coinvolgimento dell’Università ha dato la possibilità agli studenti di fare esperienza in un settore, quello dell’illuminotecnica, sempre più in espansione e che rappresenta un possibile sbocco lavorativo importante per i prossimi anni: si è quindi trattato di un importante lavoro di ricerca, che ha visto – a fianco di Welt Electronic e Nichia – anche un’altra importante realtà nel campo dell’illuminazione e della ricerca tecnologica sugli apparecchi a luce LED, DGA, azienda fiorentina che opera dal 1989 nella realizzazione di sistemi d’illuminazione a LED di alta qualità, che ha ottenuto tra l’altro anche a livello internazionale importanti consensi per l’altissimo livello di affidabilità e di innovazione dei propri apparecchi di illuminazione.

Utilizzando i LED prodotti da Nichia, DGA ha così fornito gli apparecchi di illuminazione, accollandosi l’onere di tutta la parte di progettazione e soprattutto l’iter di certificazione. In questo quadro di intervento, Silfi – l’azienda fiorentina cui è affidato dal 1985 il servizio dell’illuminazione pubblica del Comune di Firenze – ha svolto l’importante ruolo di coordinamento dell’iniziativa, rendendosi disponibile a collaborare al progetto per mantenere il corretto punto di equilibrio fra conoscenza del territorio e del suo patrimonio e spinta innovativa di ricerca e sviluppo da parte delle aziende coinvolte, attraverso un coordinamento tecnico ed esecutivo.

Dopo una prima presentazione del progetto alla città di Firenze in occasione di F-LIGHT, il festival che per il quarto anno consecutivo ha portato la magia dell’illuminazione tecnologica nei principali luoghi storici della città con installazioni e mostre, la nuova illuminazione è stata presentata alla città la sera del 16 giugno dalla Maison Stefano Ricci, durante l’inaugurazione dell’evento Firenze Hometown of Fashion che ha celebrato i primi 60 anni del Centro di Firenze per la Moda Italiana.

Un ampio e completo articolo sul progetto sarà proposto ai nostri lettori sul prossimo numero di ottobre di LUCE E DESIGN.

 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here