Ulma. Tecnologia LED e driver innovativi per illuminare il Gotico tedesco

Ulma, città tedesca nella regione del Baden- Württemberg, vanta uno degli edifici religiosi più grandi e maestosi d’Europa. Il suo Duomo è infatti un notevole esempio di architettura gotica, la sua costruzione ha inizio nel XIV secolo e con la guglia della sua torre campanaria, con 161,53 m, rappresenta la più alta costruzione in muratura esistente al mondo.

Per questa chiesa è stato da poco realizzato un nuovo progetto di illuminazione dell’interno, a cura dello studio Bamberger, che ha messo a punto l’engineering di un nuovo sistema di apparecchi dedicato al grande ambiente. L’obiettivo era quello di progettare una soluzione efficace, con geometrie emissive accurate e che si presentasse a un tempo non invasiva dal punto di vista degli ingombri.

Grazie al loro concept progettuale, gli apparecchi di illuminazione realizzati ‘ad hoc’ sono stati quindi collocati in modo molto discreto in secondo piano e presentano un design sottile, consentito dall’utilizzo di LED driver ad alta efficienza Tridonic che hanno dato l’opportunità ai progettisti di mantenere separati i reattori e le sorgenti luminose a LED.

Duomo di Ulma. Vista della navata centrale (photo: bildhübsche fotografie, Andreas Körner, Stoccarda)

Product Design e progetto di luce: come coniugare le esigenze

In virtù di importanti esperienze di collaborazione già avviate in precedenza, lo studio di progettazione Bamberger ha chiesto supporto a Tridonic per i reattori degli apparecchi di illuminazione a LED e il team composto dal lighting designer, dal tecnico progettista per i driver e dal costruttore degli apparecchi ‘speciali’ di illuminazione, la società Metallbau Böhm, hanno individuato insieme la soluzione più coerente nella serie dei LED driver dimmerabili a corrente costante ‘Premium’.

L’obiettivo del lighting design era qui quello di gestire la luce naturale nel modo più armonico e coerente allo spirito proprio all’architettura gotica della chiesa e alla sua origine storica dell’edificio con le esigenze attuali di un’illuminazione artificiale che deve rispondere al pieno comfort visivo dell’utente.

Per queste ragioni, gli apparecchi per l’illuminazione della navata centrale e delle navate laterali, lunghi circa 3.20 m e sospesi verticalmente, che ospitano nel loro sviluppo lineare 20 o 24 punti luce a LED, sono stati posizionati negli archi a punta tra la navata centrale e la navata laterale, lasciando libera la visuale dell’osservatore, e orientati in modo differenziato in base alla loro geometria emissiva:  alcuni fasci luminosi sono diretti verso il basso sui banchi e sul pavimento, altri creano un’illuminazione d’accento architettonica fino al livello della volta.

In tutto, il progetto di illuminazione ha previsto l’utilizzo di 360 LED driver per gestire circa 500 punti luce a LED. La corrente d’uscita dei LED driver può essere impostata tra 900 e 1.800 mA per permettere la massima flessibilità nella connessione, se occorre combinabile, dei punti luce a LED con uscita da 32 o 18,5 W. I LED driver funzionano dall’1 al 100% con dimmerazione in ampiezza, escludendo problematiche di compatibilità elettromagnetica (EMC).

Quasi tutti gli apparecchi a LED sono gestiti da un protocollo DALI e si presentano dimmerabili e commutabili: l’illuminazione può essere impostata e regolata in base alle necessità.

Un’altra vista del Duomo di Ulma

Il progetto

Committente: Evangelische Gesamtkirchengemeinde Ulm

Utilizzatore: Evangelische Münstergemeinde Ulm

Architetto: capomastro Ing. Arch. Michael Hilbert, Ulma

Progetto illuminotecnico: Ingenieure Bamberger GmbH & Co. KG, Pfünz bei Eichstätt; ing. Walter Bamberger, ing. Monika Kadlubek, Andreas Fürsich

Progetto impianto elettrico: Ingenieure Bamberger GmbH & Co. KG

Realizzazione degli apparecchi ‘speciali’: Metallbau Böhm GmbH, Eichstätt

LED driver: Tridonic (LCA 75W 900-1800mA one4all lp PRE)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here