Sidney. Riflessioni di luce e retroilluminazione per l’atrio di 580 George Street

Sidney, 580 George Street. Un’immagine diurna del nuovo atrio e della copertura (courtesy: Fjmt) (photo: Brett Boardman)

580 George Street a Sidney è il cuore dell’area commerciale urbana della metropoli australiana, oltre che la zona nella quale si trova la più elevata quantità di edifici di valore storico e monumentale in stile Art Deco o che con forme più contemporanee si richiamano ad esso.

580 George Street è uno di questi ultimi: oggi è una torre a destinazione commerciale che comprende 33 piani di uffici con diversi spazi retail, un centro medico, un supermercato e servizi per l’infanzia. Progettato dall’architetto Kevin James Rice, il palazzo è stato recentemente interessato da una ristrutturazione architettonica della lobby.

Sidney, 580 George Street. (courtesy: Fjmt)

Lo studio di architettura Fjmt – Francis-Jones Morehen Thorp (con sedi a Sidney e a Melbourne e in UK) è stato incaricato di mettere a punto il concept per questo intervento di rilettura e aggiornamento, e l’idea poi concretizzata è stata quella di pensare ad un nuovo elemento di transizione posto fra l’esterno urbano e lo spazio interno dell’edificio.

Sidney, 580 George Street. Un’altra immagine dell’atrio, con gli effetti di retroilluminazione della luce artificiale (courtesy: Fjmt)

Da queste considerazioni è nata la copertura frangisole nella forma di un’architettura organica definita da una serie di moduli in alluminio spazzolato (Alucobond) a forma di diamante che crea giochi dinamici di ombre e luce nelle ore diurne e che definisce un effetto di alleggerimento della copertura nelle ore serali e notturne.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here