Roma, ‘Ouvert la Nuit’. La light art all’Accademia di Francia

Una delle installazioni di Christian Boltanski (courtesy photo: Daniele Molajoli)

La nuova direttrice dell’Accademia di Francia a Roma presso Villa Medici, Muriel Mayette-Holtz, ha scelto di attribuire alla luce un ruolo centrale nella progettazione degli spazi dell’accademia e, dopo aver affidato allo scultore e artista della luce Yann Kersalé il progetto di illuminazione di Villa Medici, ha ideato con la curatrice Chiara Parisi un format chiamato Festival des Lumières, con la proposta di una prima mostra, ‘Ouvert la Nuit’ che presenta una serie di installazioni temporanee di luce disposte lungo un itinerario di visita lungo i celebri giardini della Villa.

Sono stati invitati a partecipare a questa rassegna, che apre per la prima volta in notturna la visita al pubblico di questi spazi, alcuni fra gli artisti contemporanei più significativi, come Rosa Barba, Camille Blatrix, Christian Boltanski, Nina Canell & Robin WatkinsMaurizio Cattelan, Trisha Donnelly, Jimmie Durham, Elmgreen & Dragset, Félix González-Torres, Douglas Gordon, Joan Jonas, Hassan Khan, Lee Mingwei, François Morellet e Otobong Nkanga.

“Lamentable”, Francois Morellet

I diciassette artisti sono intervenuti con i loro lavori sui sedici carrè nei quali è ripartita la struttura del giardino.

“OUVERT LA NUIT”

Accademia di Francia, Villa Medici

Fino al 28 gennaio 2018

Dalle 17.00 alle 22.00, da venerdì a domenica

Viale Trinità dei Monti, 1 – Roma

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here