Luce e Design

Roma. Progettare con “Smart lighting” il parcheggio intelligente

I nuovi lampioni ‘connessi’ a luce LED realizzati da Philips Lighting con Ericcson

Nel contesto di una sperimentazione che è stata messa a punto nell’ambito dello IoT accelerator della multinazionale Ericcson i parcheggi aziendali della sede del campus romano sono stati dotati di lampioni a luce LED (realizzati in collaborazione con Philips Lighting) che dispongono di sensori per la comunicazione in rete in tempo reale.

La nuova architettura “intelligente” di gestione permette la trasmissione di informazioni relative all’ambiente esterno e la segnalazione di guasti e malfunzionamenti, in una logica di intervento che prevede a regime un risparmio energetico del 45%, se confrontato con il costo standard destinato all’illuminazione.

I lampioni intelligenti possono adottare scenari di illuminazione pre-impostati e la loro integrazione all’interno della progettualità complessiva prevista nel contesto delle attività dello IoT Accelerator – attività che includono lo sviluppo di altri servizi IoT per diversi settori (utility, trasporti, sicurezza pubblica) – si inserisce nella realizzazione di soluzioni tecnologiche che promuovono un modello di sviluppo urbano più sostenibile. L’interazione dei lampioni con differenti altri dispositivi determina le risposte del sistema di illuminazione al passaggio di un’auto connessa e/o al rilevamento di specifici eventi o ancora alla presenza di persone nelle vicinanze.

Il Laboratorio dello IoT Accelerator di Ericsson coinvolge ricercatori, operatori, clienti, startup, università, dipendenti in attività di co-creazione e test di soluzioni IoT abilitanti per le smart city.