Pozzuoli. Un progetto di lighting design per l’area archeologica del Macellum

Pozzuoli. Area archeologica del Macellum. Un'immagine che presenta uno degli studi per il lighting concept del nuovo progetto di illuminazione (courtesy: Cannata & Partners Lighting Design Communication)
Pozzuoli. Area archeologica del Macellum. Un’immagine che presenta uno degli studi per il lighting concept del nuovo progetto di illuminazione (courtesy: Cannata & Partners Lighting Design Communication)

Con un progetto di lighting design a cura dello studio Cannata & Partners  entro la fine del 2016 una nuova illuminazione per l’area archeologica del Macellum di Pozzuoli, il mercato pubblico di epoca romana (I – II sec D.C.) dell’antica Puteoli.

Il nuovo impianto di illuminazione, realizzato dalla società specializzata nella progettazione e costruzione di impianti e nella gestione di servizi energetici Graded Spa di Napoli, prevederà la presenza di sistemi LED di ultima generazione con la realizzazione di differenti scenografie luminose dinamiche per caratterizzare le diverse tipologie di visita e di fruizione dell’area.

Il progetto si articola infatti su 93 punti luce gestiti da sistema DMX e comandati da una regia esterna con due modalità di illuminazione: ordinaria, con scene che cambiano lentamente, con un’illuminazione con luce bianca calda (per l’area del Macellum) e luce bianca fredda (per l’illuminazione dell’Esedra e del Tholos) e un’altra con illuminazione scenografica multicolore per le differenti zone del sito.

Il nuovo impianto garantirà anche un notevole risparmio energetico.

Il nuovo progetto di illuminazione dell’area si colloca nel quadro delle iniziative mirate allo sviluppo e valorizzazione del territorio partenopeo nell’anno nel quale come ricordato anche da Vito Grassi, amministratore di Graded “…i Campi Flegrei si candidano a divenire sito Unesco”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here