Parigi. Un grande LEDwall per la facciata di Le Vérone

 

Le Vérone
Le Vérone (Parigi)

A Parigi di fronte allo Stade de France c’è un edificio in acciaio e cemento di 9.600 metri quadrati ristrutturato dallo studio di architettura Wilmotte: il suo nome è Le Vérone, in omaggio al celebre designer veronese Pucci De Rossi scomparso nel 2013 che ne ha progettato la sua meravigliosa facciata.

Il grande palazzo è stato voluto dal suo committente Vente Privee, azienda francese di e-commerce che si occupa della vendita online di grandi brand, ed ha contribuito a dare una importante riqualificazione urbanistica all’area in prossimità del lungo Senna.

L’edificio non è però soltanto un semplice palazzo ma si propone nello skyline metropolitano come una vera e propria opera d’arte contemporanea proprio grazie alla facciata est progettata dal designer italiano.

La struttura della facciata, che è rivestita da uno strato di calcestruzzo fibrorinforzato, ospita un impianto a luce LED RGB a basso consumo per un’illuminazione dinamica  ed è caratterizzata dalla presenza di uno schermo LEDwall ad alta definizione di 102 m2, attualmente il più grande d’Europa, dove vengono proposte opere d’arte digitale.

Le Vérone (Parigi) - Dettaglio della facciata
Le Vérone (Parigi) – Dettaglio della facciata

I nove piani della torre a tripode si articolano attraverso sale conferenze e studi in pieno stile industriale, ma sono anche luogo per un vero e proprio museo di opere d’arte contemporanea, grazie all’amore per l’arte del presidente e fondatore di Vente Privee, Jacques-Antoine Granjon, che ha voluto ospitare nell’edificio alcuni pezzi esclusivi di design e di arte, come nel caso del bancone della hall, disegnato da Ron Arad, o la Black Palm Saint-Tropez di Douglas White, o la statua del Cyclope di Thomas Houseago, una scultura in bronzo di 4 m che domina l’ingresso principale.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here