Norvegia. Un’illuminazione LED a luce bianca dinamica per migliorare l’apprendimento a scuola

Norvegia. Holla. La luce LED bianca con CCT regolabile (cortesia foto: Luxo Lighting)

Per il nuovo complesso scolastico di istruzione secondaria a Holla, nei dintorni di Telemark, in Norvegia è stata progettata un’illuminazione a luce LED sia per le aule che per gli spazi esterni con la messa a punto di un sistema di illuminazione LED a luce bianca con spettro cromatico regolabile dinamico per le aule e per gli spazi di lavoro di gruppo.

Questo tipo di illuminazione coerente con le logiche progettuali HCL (Human Centric Lighting) consente infatti una regolazione dello spettro cromatico emesso dalle sorgenti luminose con l’obiettivo di accentuare l’attenzione degli allievi, ad esempio nel corso di un esame (con una temperatura colore della luce più fredda) o per creare un ambiente rilassato in altre occasioni.

Nel progetto di illuminazione sono stati utilizzati apparecchi di illuminazione a luce LED con spettro fisso sia nei locali interni dell’edificio scolastico che esternamente.

Norvegia. Holla. La luce LED bianca con CCT regolabile (cortesia foto: Luxo Lighting)

Gli apparecchi di illuminazione (‘Glamox’, di Luxo Lighting) sono gestiti su una piattaforma di controllo DALI, con dispositivi Tridonic e Helvar e nello specifico la serie di apparecchi ad incasso a luce LED ‘C90-R’ che supporta il sistema di luce bianca regolabile, è corredata da un’ottica planare per una distribuzione uniforme della luce e con una temperatura colore regolabile fra 2500 e 7000 K, dall’effetto caldo delle vecchie sorgenti a incandescenza a quello più freddo, con una resa cromatica superiore a 90.

La presenza di un’interfaccia di controllo molto flessibile consente il potenziale controllo della temperatura colore anche da parte di un insegnante e/o direttamente dal preside dell’istituto, ma sono stati previsti scenari di gestione ancora più semplificati con profili personalizzati per semplificare le modalità di regolazione sulla base delle situazioni tipo che occorrono nel corso di una normale giornata.

Il massimo livello di flusso luminoso possibile con questi apparecchi è di 4616 lm, mentre – a livello di scenari – l’impostazione di utilizzo ‘Standard’ del sistema è stata configurata con una temperatura colore di 3500 K; questa impostazione è stata progettata per assicurare un’illuminazione sul piano orizzontale di 300 lx ad un’altezza di 0,75 m sopra il livello dei banchi.

Un’immagine esterna della scuola norvegese

Il progetto di lighting design di questi ambienti scolastici ha preso in considerazione dal punto di vista fotometrico anche l’ illuminazione cilindrica, coerentemente con i requisiti per l’illuminazione cilindrica stabiliti dalla norma EN 12464-1: 2011 per l’illuminazione del posto di lavoro interno e per i lavoratori seduti: questo sistema offre un valore Ez di 350 lx a 1,2 metri e un CCT di 6500K nelle modalità ‘Energy’ o ‘Focus’.

Un’altra immagine della scuola

Il sistema di gestione degli edifici (BMS) dispone in modo automatico l’impostazione Energy per la prima ora di lezione giornaliera in ogni classe, per armonizzare il ritmo circadiano degli studenti, mentre al primo intervallo della mattinata, il sistema di gestione passa automaticamente ai livelli di illuminazione secondo l’impostazione Standard, ma con una transizione graduale programmata su un arco di tempo di 10 minuti, in modo che gli studenti e gli insegnanti non abbiano modo di accorgersene. Il passaggio veloce all’impostazione Focus, se voluto, può essere comunque selezionato dall’insegnante con un intervento diretto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here