Milano. “Caravaggio. Oltre la tela”. Una mostra multimediale alla Permanente

 

Milano. “Caravaggio. Oltre la tela”, Museo della Permanente

Dal 6 ottobre 2018 al Museo della Permanente di Milano la mostra “Caravaggio. Oltre la tela”. Si tratta di una mostra immersiva, sviluppata attraverso una nuova esperienza multimediale spettacolare che ripercorre – in un percorso di 45 minuti supportato 16 videoproiettori, e dalla presenza di filmati e speciali cuffie bineurali – la vicenda artistica ed umana del grande maestro lombardo.

L’evento espositivo, realizzato da MondoMostre Skira, prodotto da Experience Exhibitions con la cura di Rossella Vodret con il Patrocinio del Ministero dei Beni e le Attività Culturali e del Turismo, si propone quale ideale proseguimento della mostra di Palazzo Reale “Dentro Caravaggio” (ottobre 2017 – febbraio 2018).

Nello specifico vengono presentate opere “invisibili” al pubblico, in quanto custodite in luoghi privati non visitabili (come nel caso del Casino dell’Aurora, a Palazzo Odescalchi a Roma), o inamovibili dalla loro collocazione (come nel caso delle celeberrime opere visitabili nella Cappella Contarelli a San Luigi dei Francesi e nella Cappella Cerasi a Santa Maria del Popolo a Roma, o nella Cattedrale di Malta), o ancora perché troppo delicate per essere spostate (come per i quadri del Louvre a Parigi e del Kunsthistorisches Museum di Vienna).

Rendering di una delle sale espositive con l’opera “Giove, Nettuno e Plutone” (1597-1599), olio su muro – Roma, Casino dell’Aurora, Villa Boncompagni Ludovisi (già Del Monte)

La mostra propone poi anche opere distrutte (come nel caso del “Ritratto di Filide Melandroni”) o rifiutate perché fuori dal contesto per il quale erano state immaginate (Deposizione, Morte della Vergine, Madonna dei Palafrenieri).

Caravaggio, “Morte della Vergine” (1604), olio su tela – Parigi, Musée du Louvre

Si tratta in tutto di 43 opere di Caravaggio, fotografate ad altissima definizione per evidenziarne ogni dettaglio e ogni intuizione creativa: l’apparato multimediale permette la ricostruzione del contesto nel quale erano state originariamente pensate da Caravaggio. Così, la ‘Morte della Vergine’ del Louvre viene proposta nella sua ubicazione programmata, presso l’altare della chiesa di Santa Maria della Scala o la ‘Deposizione’ dei Musei Vaticani nella sua sede di Santa Maria in Vallicella.

La mostra si proporrà inoltre l’obiettivo di presentare i contesti dai quali l’artista aveva preso molti dei motivi alla base dei suoi lavori,   come la campagna intorno a Caravaggio in Lombardia, lo studio a Milano durante la peste, la Roma dei vicoli di Piazza Navona, o dei postriboli che frequentava, fino alla fuga verso Napoli, sempre sotto la protezione dei Marchesi Colonna, il viaggio a Malta, o la nuova fuga in Sicilia per ritornare a Napoli, diretto a Roma, dove non arriverà mai.

L’apparato digitale multimediale permette di entrare nelle opere, per leggerne la genesi creativa e i diversi  ‘pentimenti’ (con un secondo quadro sopra al primo, nel ‘Martirio di San Matteo’ della Cappella Contarelli), o la tecnica per dipingere la luce su preparazioni scure, in controtendenza con le convenzioni dell’epoca.

Il progetto nato in origine nel 2009 alla Soprintendenza Speciale per il Polo Museale di Roma ha preso in esame nel dettaglio con le ultime tecnologie disponibili le 22 opere di Caravaggio presenti a Roma, e successivamente, di altre 36 le opere, a interessare quindi oltre i due terzi della produzione dell’artista.

Milano – Museo della Permanente

“CARAVAGGIO. Oltre la tela”

Dal 6 ottobre 2018 al 27 gennaio 2019

Per ulteriori info sulla visita e per acquistare i biglietti di ingresso

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here