Milano Arch Week: una settimana per l’architettura

Milano Arch Week

Dal 12 al 18 giugno 2017 si svolgerà a Milano, sostenuta dal Comune, dal Politecnico di Milano e dalla Triennale,  Milano Arch Week, una settimana ricca di eventi dedicati all’architettura ed ai suoi rapporti con gli universi culturali delle diverse arti. La direzione artistica è di Stefano Boeri ed è prevista la presenza di alcuni fra i nomi più importanti della scena nazionale e internazionale.

Grande attenzione sarà riservata anche ai rapporti fra mondo del progetto architettonico e ricerca nell’ambito del lighting design.

Fra i presenti si segnala l’americano Peter Eisenman, lo studio catalano RCR, vincitori del Premio Pritzker 2017, l’arch. Liz Diller, dello studio Diller Scofidio + Renfro, Francis Kéré, l’architetto africano progettista del prossimo Serpentine Gallery Pavilion; oltre ad altri grandi firme internazionali, come Winy Maas, Philippe Rahm, Sam Jacob, Petra Blaisse e l’urbanista cinese Lee Xianing.

Milano Arch Week. ‘Bosco Verticale’ (arch. Stefano Boeri)

Fra gli italiani, saranno presenti autori importanti, come Alessandro Mendini, Cino Zucchi, Benedetta Tagliabue, Italo Rota, Carlo Ratti, Patricia Urquiola, Mario Bellini, Michele De Lucchi, mentre una sezione dell’evento, nel giardino della Triennale, verrà dedicata ai giovani gruppi emergenti italiani ed internazionali.

L’evento ‘Milano Arch Week’, dopo l’apertura del 12 giugno alla Fondazione Catella, si svolgerà in due distinte location:

  • martedì 13 giugno presso il Patio della Scuola di Architettura del Politecnico di Milano
  • da mercoledì 14 a sabato 17 giugno nelle sale e nel giardino della Triennale.

Alle visite guidate alle più significative architetture milanesi tra cui quella a Palazzo Mondadori, con lectio magistralis sull’opera realizzata dall’architetto brasiliano Oscar Niemeyer, e agli itinerari nelle Case Museo sulle tracce dei grandi designer storici milanesi, autori fra l’altro di alcune delle lampade più importanti del Design della luce, come Achille Castiglioni, Franco Albini e Vico Magistretti, e ad iniziative organizzate dall’Ordine degli Architetti, una particolare attenzione sarà rivolta al rapporto fra l’architettura e le altre arti, come il mondo del cinema e della fotografia (con la presenza di protagonisti come Oliviero Toscani, Paolo Rosselli e Antonio Ottomanelli) e a quello dell’arte (con la presenza fra gli altri dell’artista artista albanese Adrian Paci).

Uno spazio importante sarà dedicato anche al rapporto fra architettura e teatro con un evento speciale dedicato a Luca Ronconi, nel Teatro dell’Arte, curato da Margherita Palli e Giovanni Agosti e una programmazione speciale curata da Umberto Angelini.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here