Con “Matera, la luce si fa scrittura”, Vittorio Storaro per un grande progetto di valorizzazione

 

 

I Sassi di Matera, Basilicata
I Sassi di Matera, Basilicata

Nel segno di un complesso articolato di iniziative che l’Accademia della Luce di Matera (Luigi Bubbico, presidente) ha organizzato in collaborazione con il Comune di Matera, Sensi Contemporanei, Lucana Film Commission, Regione Basilicata, Agenzia per la Coesione Territoriale ed il patrocinio di MIBACI Direzione Generale Cinema, Provincia di Matera, Matera 2019 Capitale europea della Cultura, la Fondazione Matera-Basilicata e la Soprintendenza archeologica, alle Belle Arti e Paesaggio della Basilicata, oltre che con l’importante apporto e contributo di Emanuele Frascella – segnaliamo il progetto “Matera, la luce si fa scrittura”, serie di eventi coordinati ed ispirati dal lavoro del Premio Oscar Vittorio Storaro che per la città lucana ha proposto un  progetto innovativo di grande valore scientifico.

Il progetto realizza un’interazione stretta fra fotografia, cinematografia, arte e filosofia per promuovere la consapevolezza sull’uso corretto della luce nelle sue applicazioni immateriali e materiali.

Immagini
“Vittorio Storaro, il chiaro/scuro a Matera”

Il programma degli eventi parte dalla mostra fotografica “Vittorio Storaro, il chiaro/scuro a Matera”, articolata in tre sezioni: i rapporti fra luce artificiale e naturale nella filmografia di Storaro con esempi come “Apocalypse Now” o “Novecento”; il Colore, con esempi come il magistrale lavoro fotografico realizzato con “L’Ultimo Imperatore”; l’equilibrio fra gli elementi primari naturali ed il nostro inconscio con esempi come “Ultimo Tango a Parigi”, che dialogano con altri grandi capolavori della pittura da sempre punto di riferimento per Storaro per  allargarsi alla città ed al territorio di Matera, contenitore e location cinematografica di alcune recenti produzioni nazionali ed internazionali, oltre che storico set di celebri capolavori del cinema e per presentare la forza espressiva e la grande potenzialità degli spazi architettonici insieme al suo paesaggio rurale.

L’evento si pone l’obiettivo di realizzare – attraverso la mostra come esempio operativo e strumentale  e altri due momenti, un ciclo di Seminari e Workshop ed un Concorso Internazionale di idee per l’illuminazione di una parte della città dei Sassi – una serie di approfondimenti sull’utilizzo della luce come forma d’arte e sul piano delle scelte energetiche sostenibili, attivando uno scambio di idee innovative per il terreno di confronto sui contenuti relativi a “Matera Capitale europea della Cultura 2019”.

In attesa di ulteriori aggiornamenti circa il programma definitivo dei Seminari e Workshop – che saranno a cura di importanti professionisti ed esperti, in parte aperti al pubblico ed in parte riservati ai professionisti – diamo qui qualche indicazione in più in relazione al Concorso Internazionale  rivolto ai professionisti che dovranno lavorare per fornire idee circa la progettazione di un Piano urbanistico della luce per la città di Matera ed il suo territorio, un intento particolarmente sentito e supportato dall’Accademia della Luce Matera che lo pone fra i suoi asset fondamentali.

Si chiederà ai partecipanti – giovani professionisti architetti, ingegneri e laureati delle Accademie e Lighting Designer, delle scuole medie superiori e universitari delle Facoltà di Architettura, Ingegneria e delle Accademie – di fornire proposte in relazione a nuove soluzioni progettuali e di Product Design di luce per la città ed il suo comprensorio: una sfida complessa rivolta alla capacità creativa dei progettisti con lo scopo di dare indicazioni metodologiche, progettuali e di costi per illuminazioni urbane potenzialmente replicabili in contesti analoghi, ad esempio gli insediamenti rupestri, oltre che importante occasione di scambio tra esperti e giovani professionisti per creare e standardizzare modalità innovative di intervento sul tema dell’illuminazione del patrimonio edilizio, divulgando inoltre conoscenze specifiche sul tema delle metodiche del risparmio energetico.

Le altre società che hanno dato supporto in termini di sponsor agli eventi in programma  – oltre al supporto diretto sul territorio offerto dalla società di Emanuele Frascella – sono Neri, Reer, Coop, RIB, AreaLed Tecnoswitch, C Luce, Led Innovation, Flexalighting, Iess, Sintesi Contract, Vetrarti e Edilmea.

La Mostra fotografica di Vittorio Storaro “Scrivere con la luce” – Il chiaro/scuro a Matera” resterà aperta fino all’8 gennaio 2017, presso l’Ex Ospedale San Rocco, in Piazza San Giovanni, a Matera con i seguenti orari:

9.30/12.30 – 16.30/19.30 (la mostra è chiusa il martedì).

Per quanti fossero interessati ad organizzare visite di gruppo, contattare durante gli orari della mostra Giusy Sciortino  327.371.6912 o Mina Matarrese 334.939.9410

Link al video con un’intervista a Vittorio Storaro sulla mostra e sull’iniziativa di Matera

(Massimo Maria Villa)

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here