L’emozione della Bellezza

 

Bozzetto della scenografia (cortesia: E.T. Zitkowsky)
Bozzetto della scenografia (cortesia: E.T. Zitkowsky)

Il concept di fondo voluto quest’anno da Fabio Fazio e dagli autori per l’edizione 2014 del Festival di Sanremo – giunto oggi alla sua serata conclusiva – è quello di portare in evidenza l’idea che identifica il nostro Paese e ne rappresenta nonostante tutto la  sintesi migliore, la Bellezza.

E l’abito emotivo che veste questa Bellezza, in un omaggio al film di Paolo Sorrentino, viene proposto attraverso l’impatto simbolico della scenografia – affidata quest’anno a Emanuela Trixie Zitkowsky, figlia d’arte del grandissimo Tullio, maestro e pioniere del varietà televisivo italiano – sintesi riuscita ed efficace di architetture monumentali, con facciate e cornici sbrecciate, a presentarci la decadenza ma insieme la formidabile intensità materica della nostra cultura artistica, come davanti ad una grande villa veneta, come nella scena di un film di Visconti, come nell’impatto con la forza della nostra tradizione lirica.

E l’idea delle porte aperte su immaginari androni illuminati dona profondità e realtà a questo concetto. Sul piano del progetto luci, il direttore della fotografia Marco Lucarelli dal canto suo ha molto bene operato nel dare coerenza a questi valori, con un’immagine luminosa che sottolinea e percorre queste facciate e ne diventa parte costitutiva attraverso il colore, anche in questo caso utilizzato come vera e propria materia, pigmento cromatico che esalta la scena.

Il lighting design agisce qui su forze e linee alterne, con l’utilizzo di coppie cromatiche sature e contemporanee soluzioni dinamiche più grafiche a sostenere l’esibizione dei cantanti, per diventare a tratti decisamente più lirico con l’utilizzo di un solo colore di fondo e della luce bianca (come nel caso dell’esibizione di Cristiano De Andrè), o ancora fortemente teatrale, con la luce chiusa sulla scena del palco, come nell’esibizione di Antonella Ruggiero, dove la presenza di tagli bianchi in un’atmosfera rossa rende intensi i contrasti.

Nei totali con le parti di talk dei conduttori con gli ospiti e nelle parti di varietà, appare efficace l’utilizzo del controluce con il LEDwall di fondo.

Belli gli effetti della videografica elettronica realizzati a pavimento e sulla scala mobile a scomparsa, utilizzati con molta sobrietà e attenzione.

Nel prossimo numero di LUCE E DESIGN i lettori potranno leggere un ampio servizio dedicato al progetto luci ed alla scenografia dello spettacolo.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here