La tecnologia LED di Targetti per El Greco

 

Immagini dalla mostra "El Griego de Toledo"
Immagini dalla mostra “El Griego de Toledo”

Il pittore cretese El Greco, dopo un lungo soggiorno formativo in Italia, dapprima a Venezia e poi a Roma, arriva in Spagna, prima a Madrid e poi a Toledo all’età di 36 anni, nel 1577, città nella quale si stabilirà definitivamente fino alla morte, avvenuta nel 1614.

Nella ricorrenza dei 400 anni dalla morte, la città spagnola gli ha così voluto dedicare una grande mostra ed una serie di eventi per esaltare tutto il valore innovativo e lo spirito moderno di questo grande artista.

La città di Toledo, sede principale di queste celebrazioni e luogo nel quale è sorta una Fondazione dedicata alla conservazione e valorizzazione delle opere del grande maestro, ha raccolto in questo modo più di 100 capolavori – dei quali diversi realizzati e visibili nella stessa città di Toledo – provenienti da musei e collezioni di tutto il mondo.

La rassegna ” El Griego de Toledo”  è ospitata al Museo Santa Cruz (14 marzo al 14 giugno), e vuole ricostruire l’intero percorso artistico «del più moderno dei grandi pittori del XVI e XVII secolo», come spiega il presidente della Fondazione Gregorio Marañón.

_DSC7721 OK

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Targetti e la sua tecnologia LED di ultima generazione sono stati scelti per supportare e valorizzare con l’illuminazione questo percorso pittorico, realizzando il progetto di illuminazione per le opere esposte nel Museo di Santa Cruz e in altri cinque luoghi toledani nei quali si articola l’itinerario di vista della mostra: la Cattedrale, il convento di Santo Domingo el Antiguo, la cappella di San José, la chiesa di San Tomé e l’Hospital de Tavera.

Doménikos Theotokopoulos detto El Greco, dopo aver mutuato il suo linguaggio attraverso la pittura veneta, soprattutto Tintoretto, rielabora la sua cultura formale e coloristica in modo del tutto personale negli anni toledani, stemperando quel primitivo nitore quasi metallico di ascendenza bizantina – che gli veniva dalla sua cultura d’origine – fino alla definizione di una nuova e moderna tavolozza cromatica, dove le tonalità fredde e le rade notazioni calde si stemperano in una luce materica che genera forti contrasti, una luce che sembra anticipare già l’Espressionismo.

Ed è a partire da questa luce presente e agente nella sua opera che Targetti – forte ormai di una grande esperienza acquisita attraverso tante installazioni e progetti legati al mondo dell’arte – ha avuto il privilegio e la responsabilità di affrontare questo compito nel contesto di un approccio integrato, non limitato cioè a “dare visibilità” all’opera, ma rivolto alla restituzione di una sua piena leggibilità, nel completo rispetto della sua conservazione. Targetti ha così messo a punto una tecnologia che integra i più recenti sviluppi dell’ illuminazione a LED con approfonditi studi di fisica ottica, per andare a realizzare un sistema di illuminazione capace di esaltare in modo inedito le tonalità cromatiche delle singole opere d’arte.

Così, dopo il lavoro sviluppato per la Mostra di Lorenzo Lotto del 2011 e la mostra di Tiziano del 2013, entrambe alle scuderie del Quirinale di Roma, con quest’ultimo lavoro per la città di Toledo l’azienda italiana ha messo a punto un’ulteriore evoluzione della sua tecnologia LED, in grado di regolare la tonalità della luce bianca nella sua intera composizione spettrale direttamente sull’opera da illuminare, e creando così una restituzione percettiva del dipinto di incredibile realismo e plasticità.

L’intervento di messa a punto delle risultanze ottico-percettive dello spettro luminoso viene condotto attraverso una sperimentazione  in loco dai tecnici Targetti insieme agli storici dell’arte e ai curatori della mostra che possono visualizzare le diverse modulazioni della luce indagando in profondità le valenze cromatiche e la partitura pittorica direttamente sulle opere, attraverso un’analisi opera per opera, con un’attenzione ovviamente sempre alta per gli aspetti conservativi.

Gli apparecchi qui utilizzati sono LEDO’ Tunable, realizzati in tecnologia LED Array, in grado di realizzare un’emissione di luce bianca in tecnologia “Tuneable White”, e quindi con  spettro cromatico molto ricco, e un’ampia gamma di tonalità di bianco che possono essere impostate e proposte, per diversi scenari luminosi e con diverse temperature colore. Il sistema di illuminazione è realizzato in tecnologia Wireless e si propone come una soluzione retrofit per sistemi a binario Eurotrack standard.

(Massimo Maria Villa)

 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here