Luce e Design

La materia trasparente della luce

‘Satellight’ di Eugeni Quitllet per Foscarini. In questa lampada da tavolo o a sospensione a luce LED il diffusore in vetro soffiato a bocca di colore bianco latte si trova inserito in un corpo di vetro cristallo trasparente, sempre soffiato a bocca

La ricerca sui materiali nell’ambito del Product Design della luce privilegia talvolta l’individuazione di soluzioni formali che sottolineano qualità espressive come la trasparenza e la leggerezza come fattori portanti del prodotto.

Una proposta di questo tipo è ad esempio visibile nella lampada ‘Satellight’, che si deve al design di Eugeni Quitlett per Foscarini, rappresentazione dell’intangibilità della luce emessa da un globo luminoso che è avvolto senza essere al tempo stesso ‘toccato’ da una sorta di campana in vetro soffiato.

‘Satellight’ di Eugeni Quitllet per Foscarini

Un altro esempio può invece essere quello proposto dalla lampada ‘Voie Lights’ della designer Sabine Marcelis e realizzata per Bloc Studios, dove un anello di luce al neon entra ed esce da una base traslucente realizzata in marmo bianco di Carrara e marmo onice.

Nella lampada ‘Voie Lights’ di Sabine Marcelis per Bloc Studios, la base realizzata con una struttura in marmo bianco di Carrara e marmo onice rosso, nella finitura Matt, supporta senza vincolarla la sorgente di luce neon circolare

Anche in questo caso si va a sottolineare una materia solida che non ferma e non arresta la propagazione nello spazio fisico del flusso luminoso.