Smart City e illuminazione urbana

La luce efficiente e intelligente nelle città

Top Ten Smart Cities 2015 winner: Vienna
Top Ten Smart Cities 2015 winner: Vienna

Il progetto per l’illuminazione urbana all’interno della concezione di “smart city” diventa fondamentale quando è necessario un rinnovamento dell’impiantistica e della logistica con la finalità che le risorse e l’energia vengano utilizzate in modo più efficiente, e altrettanto importante quando all’aspetto funzionale si lega la necessità di un progetto estetico, di qualità percettiva e di confort delle città future

A livello europeo il Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) è un’iniziativa promossa dalla Commissione europea per coinvolgere attivamente le città europee nella strategia comunitaria finalizzata alla sostenibilità energetica ed ambientale. L’iniziativa è stata lanciata dalla Commissione nel gennaio 2008, nell’ambito della seconda edizione della Settimana europea dell’energia sostenibile e prevede la riduzionedelle emissioni di COdi oltre il 20% entro il 2020; all’iniziativa partecipano oltre 4200 comuni di cui più di 2000 in Italia.

Nell’ambito dei lavori del Coordinamento degli Uffici Regionali Italiani a Bruxelles è stato invece organizzato a dicembre 2013 un incontro dal titolo “EU Energy Efficency: 2020 and Beyond ”.

Il seminario si è proposto di avviare un dibattito tra Regioni italiane, Istituzioni europee e stakeholders nazionali interessati al ruolo che le autorità regionali possono giocare nella promozione e diffusione di una gestione efficiente dell’energia e a proposito degli strumenti finanziari che l’UE mette a disposizione per finanziare queste misure a livello locale e regionale.

Gli strumenti istituzionali sono HORIZON 2020, programma quadro della UE per garantire competitività globale attraverso diverse ricerche anche nel campo delle Smart Cities finanziando i progetti di diverse nazioni, e insieme sono anche costituiti da attività di supporto e sovvenzione della ricerca da parte di EIB, European Investment Bank, come nel caso del meccanismo ELENA “European Local ENergy Assistance” (assistenza energetica europea a livello locale) che offre sostegno di carattere tecnico ed economico agli enti locali e regionali allo scopo di attirare investimenti per progetti di energia sostenibile.

Il meccanismo aiuta gli enti locali e regionali dei paesi che partecipano al programma EIE tramite studi di fattibilità e di mercato e offre assistenza nella fase di definizione dei programmi di investimento.Vengono inoltre offerte attività di orientamento all’elaborazione di piani aziendali, allo svolgimento di audit energetici e al rispetto delle rigorose procedure delle gare di appalto.

Dal suo punto di vista ENEA, nell’ambito dell’Accordo di Programma con il Ministero dello Sviluppo Economico per la realizzazione delle attività programmate dalla Ricerca di Sistema Elettrico Italiano volte al miglioramento ed innovazione della rete elettrica nazionale e del servizio, ha sviluppato il Progetto Lumière.

L’obiettivo è quello di promuovere l’efficienza energetica ed operativa nella pubblica illuminazione, facendo allo stesso tempo emergere il ruolo che la luce pubblica ha nel delineare l’immagine del nostro Paese e nel valorizzarne il suo patrimonio pubblico, sia esso quello naturale, urbanistico, culturale, storico e/o architettonico.

Lo sviluppo di un Modello di Management per la gestione degli impianti e del servizio di luce pubblica, la realizzazione di standard di riferimento per applicarlo e la costituzione di una “struttura” di supporto e riferimento ufficialmente riconosciuta, per istituzioni, pubblici amministratori ed operatori settoriali, rappresentano – al tempo stesso – gli obiettivi e gli strumenti atti a garantire ai cittadini un impianto ed un servizio sicuro, efficiente, sostenibile, innovativo e proiettato verso il futuro.

Promosso dall’ENEA, Lumière si è sviluppato e strutturato quale Progetto italiano, in quanto rappresentato e supportato in tutte le sue attività da soggetti pubblici e privati che gratuitamente hanno offerto la loro collaborazione per il conseguimento degli obiettivi progettuali.

Top Ten Smart Cities 2014 winner: Tokyo
Top Ten Smart Cities 2014 winner: Tokyo

La rete di illuminazione pubblica può giocare un ruolo molto significativo nella gestione di una serie di servizi urbani che vanno oltre la stessa illuminazione pubblica sfruttando le sue caratteristiche di capillarità e diventando una rete infrastruttura altamente strategica per la città.

In particolare i servizi urbani che potrebbero essere coinvolti sono:

1) illuminazione pubblica

2) illuminazione del traffico

3) supporto alla mobilità pubblica, elettrica, e al sistema dei parcheggi

4) monitoraggio ambientale

5) sicurezza

6) supporto a funzionalità di emergenze sanitarie

7) turismo geolocalizzato ed interazione sociale

Enea nel contesto di progetti di ricerca e di una rete europea (Joint Programme Smart City – EERA) sta sviluppando soluzioni che integrano un certo numero di servizi urbani sfruttando la rete IP attraverso un approccio basato su piattaforma aperta. L’architettura si basa sulla predisposizione – all’interno della rete stradale urbana – di un certo numero di “lampioni intelligenti” tra di loro interconnessi e comunicanti (circa un palo intelligente ogni 500 m di strada). Tali lampioni hanno una serie di funzionalità, tra le quali:

a) osservare ed analizzare in tempo reale la scena urbana attraverso sistemi di visione (ENEA e Smart-I hanno sviluppato a questo scopo i sistemi SmartEye)

b) integrare sensori di dati ambientali e qualità dell’aria

c) permettere la ricezione di dati provenienti da sensori wireless disposti nelle vicinanze (es: parcheggi)

d) permettere la comunicazione wireless con smartphones o altri apparati mobili (devices portate da persone, veicoli in movimento in prossimità del palo)

e) creare una rete tra loro integrata per la comunicazione e la raccolta dei dati

f) operare sotto un contesto di piattaforma aperta e protocolli pubblici-open

g) permettere la comunicazione con un server centrale.

(Sara Berta, progettista- Roma)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here