Integrazione per l’interscambio operativo

 

Axa Assicurazioni. Un’immagine della grande sala consiglio. Sono visibili gli apparecchi Copernico (design: Carlotta de Bevilacqua, per Artemide) (cortesia: Revalue)
Axa Assicurazioni. Un’immagine della grande sala consiglio. Sono visibili gli apparecchi Copernico (design: Carlotta de Bevilacqua, per Artemide) (cortesia: Revalue)

L’immobile si colloca in un contesto oggetto di grande trasformazione urbana, proprio nell’area dove sorge il nuovo centro direzionale di Milano. E’ un edificio in corso di certificazione Leed, con un obiettivo al livello silver. I risvolti sulla qualità dell’ambiente indoor dell’immobile vanno dalla qualità dell’aria, attraverso la qualità dei componenti fino al confort illuminotecnico

Il Concept degli spazi progettati per la nuova sede di AXA Assicurazioni ha compendiato le caratteristiche architettoniche proprie dell’immobile oggetto di intervento con le necessità d’uso degli stessi, in modo tale che l’ambiente rispecchiasse a pieno le esigenze funzionali, la filosofia aziendale e l’immagine di Axa.

Si è quindi scelto di declinare un codice di lettura chiaro, che rendesse immediatamente percepibili (e quindi utilizzabili) gli spazi di lavoro e le diverse aree funzionali, le loro modalità di rapporto e le gerarchie funzionali, in grado di definire confini spaziali riconoscibili dai singoli all’interno di un ambiente lavorativo aperto, fluido e ricco di trasparenze.  Le aree operative e gli spazi di relazione si connettono e compenetrano nella piazza centrale, che è l’area dei supporti. Le “new ways of working”  (nuove modalità lavorative) prevedono infatti l’integrazione delle aree operative con altre aree che  – a supporto della zona operativa – favoriscano e stimolino l’interscambio di idee e la collaborazione all’interno del team o tra team differenti.

L’elemento rilevante consiste nell’idea che la postazione di lavoro non è più limitata alla superficie del singolo desk, ma diventi l’intero ambiente nel quale il singolo opera. Gli elementi costitutivi di un ambiente diventano come tools a disposizione, da usare in relazione alle esigenze del momento.

Axa Assicurazioni. La reception principale. L’illuminazione qui è realizzata con una serie di apparecchi Kao (Artemide) (cortesia: Revalue)
Axa Assicurazioni. La reception principale. L’illuminazione qui è realizzata con una serie di apparecchi Kao (Artemide) (cortesia: Revalue)

Le scelte per l’illuminazione

Per la nuova sede di AXA Assicurazioni in Porta Nuova a Milano sono state utilizzati gli apparecchi Copernico e Kao di Artemide e Una Pro di Danese.

Le prime hanno trovato uno scenografico utilizzo nella grande sala consiglio.  Dal punto di vista della loro costruzione, questi apparecchi sono costruiti su nove ellissi concentriche e mobili ricavate da una unica lastra di alluminio e supportano un circuito di 384 LED bianchi; le ellissi ruotano indipendentemente su due diversi assi, e permettono di orientare l’emissione luminosa e di ottenere numerose configurazioni spaziali. Quando è chiuso l’apparecchio si presenta completamente piatto.

Gli apparecchi Kao, sospensioni ad emissione indiretta per lampade fluorescenti lineari da 24 e 54 W, sono stati invece utilizzati per l’illuminazione della reception e di alcune sale riunioni. Gli apparecchi Una PRO di Danese, definiti da moduli premontati e cablati, sono stati utilizzati in diverse aree dell’edificio (sistemi UNA PRO 75 SMD singolo, 4 LED x 1,5 W, 3700 K).

Un'immagine degli interni. L’area operativa lato Sturzo (cortesia: Revalue)
Un’immagine degli interni. L’area operativa lato Sturzo (cortesia: Revalue)

Il Progetto degli Interni del piano tipo: elementi e superfici

Il progetto degli interni ha avuto come obiettivi la ricerca di un adeguato livello di comfort spaziale e dell’equilibrio formale e funzionale di un ambiente che presentava già elementi compositivi fortemente caratterizzanti: obiettivi ottenuti mediante uno studio integrato di soluzioni tipologiche, tecnologiche e funzionali, colori, materiali e texture.

La scelta di Revalue è stata quella di lavorare sull’uso di elementi compositivi e funzionali, quali principalmente quelli che concorrono a creare ideali condizioni lavorative dal punto di vista della corretta illuminazione e del comfort acustico, e studiarne un’accurata integrazione con le componenti legate maggiormente al lavoro, fra i quali illuminazione e pannelli acustici a soffitto, Schermi acustici tra le postazioni, Sedute operative, Archiviazione tra le postazioni, Pavimentazione, Arredi informali, Pareti vetrate e in cartongesso.

L’altezza limitata degli ambienti non ha consentito l’installazione di controsoffitti modulari fonoassorbenti, utili all’assorbimento del rumore di fondo e del parlato: per questo la soluzione individuata da Revalue per migliorare la prestazione acustica dell’ambiente si è tradotta in un’azione combinata di installazione di pannelli fonoassorbenti su superfici orizzontali e superfici verticali lavorando sui controsoffitti, sui pannelli tra le postazioni e sui pannelli fonoassorbenti da applicare a parete. In particolare il disegno dei pannelli acustici a soffitto è stato studiato per integrarsi con le luci e viceversa.

(arch. Cristiana Cutrona)

 

Cartello Lavori

Committente: AXA Assicurazioni Direzione Lavori e progettazione architettonica: Revalue – arch. Cristiana Cutrona

Direzione Lavori: progettazione impianti: Bre Engineering – ing. Antonio Bozino Resmini

Impresa di costruzioni: Edilpietro Impresa di installazione impianti elettrici e di illuminazione: Junior Electric

Apparecchi di illuminazione – interni: Artemide, Danese, Ensto

 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

2 COMMENTI

    • La rivista LUCE E DESIGN è un bimestrale rivolto ai progettisti, ai lighting designer e agli studenti, sul quale trova spazio e trattazione tutta l’attualità tecnologica, le novità di prodotto, gli aspetti riguardanti la progettazione della luce e le realizzazioni nei differenti ambiti applicativi.
      L’abbonamento ai 6 numeri cartacei è di € 30.00 mentre quello alla versione digitale è di € 20.00
      e-mail: abbonamenti@tecnichenuove.com

      La ringrazio, a presto
      Massimo Villa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here