Il progetto di luce nello Yacht Design

arch. Enrico Gobbi - Design chief's - Team for Design
arch. Enrico Gobbi – Design chief’s – Team for Design

Il mondo dello Yacht Design è molto cambiato e rispetto al passato i progetti oggi vengono maggiormente sviluppati in tridimensionale, non soltanto per gli esterni ma anche gli interni; il designer cura il Raumplan (il progetto dello spazio) nella sua totalità, la pianta e gli alzati, aiutato da software moderni che aiutano ad illustrare in maniera sempre più fotorealistica il design project.

Oggigiorno da parte della committenza vi è una grande richiesta di avere ampie superfici vetrate per poter godere di viste panoramiche mozzafiato e del tutto “private”, un requisito che rappresenta una sfida per il progettista che deve proporzionare il profilo esterno dello yacht e non soltanto, seguendo cioè una logica che ha cambiato molto anche la filosofia degli interni, volti ad enfatizzare queste viste panoramiche. I grandi yacht oggi sono pensati come esclusive ville sul mare e vengono studiati come vere e proprie architetture senza mai perdere di vista gli aspetti tecnici nautici con i quali l’estetica deve perfettamente integrarsi.

In questo contesto, i sistemi di illuminazione e gli impianti che permettono di realizzare gli scenari ideati vengono tenuti in considerazione durante l’intera fase progettuale perché sono di fondamentale importanza per la riuscita del progetto. La luce è funzione ma non soltanto, deve anche impressionare, è la caratteristica che permette di rendere ancor più esclusivo un progetto. Dieci anni fa già esistevano diverse scene di luce ma oggi il designer mira ad ottenere l’effetto “Wow”: dove spesso la luce si fonde con prestigiosi materiali come l’onice per ottenere esclusive pareti retroilluminate, oppure pareti enfatizzate da soffuse luci indirette perimetrali. Luce e materia si compenetrano per dare prestigio l’una all’altra.

Rispetto all’illuminazione, i clienti più esigenti e attenti ci chiedono di ideare degli elementi che possano contraddistinguere il loro yacht rendendolo unico, e la luce è uno strumento potente per ottenere questo e noi come progettisti la rendiamo spesso protagonista della scena. Per fare alcuni esempi, abbiamo progettato  cascate di cristalli luminosi per impreziosire spazi interni a tripla altezza; negli esterni, lunghi fasci di luce indiretta che corrono ininterrotti da poppa a prua atti ad enfatizzare le linee dello yacht.

Al giorno d’oggi si tende a non utilizzare più la luce puntuale, superata dall’uso di luci indirette ingegnosamente posizionate cosicché la fonte luminosa sia invisibile all’occhio e possa illuminare le superfici di luce diffusa. Come punti luce, la nostra esperienza – ma è tratto comune a diversi studi – ci porta ad utilizzare lampade di design, spesso pezzi storici, veri e propri complementi d’arredo che sono posizionati in punti strategici degli interni.

Enrico Gobbi

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here