Il progetto di luce a supporto del paesaggio

Piazza Vecchia, Bergamo
Piazza Vecchia, Bergamo

Nell’ambito della manifestazione internazionale  “I Maestri del Paesaggio-International Meeting of the Landscape and Garden”, un evento organizzato a Bergamo dall’associazione culturale Arketipos e dal Comune di Bergamo con il contributo di enti sostenitori, le piazze storiche di Città Alta sono state trasformate in micro-ambienti naturali, spazi verdi da scoprire e vivere.

E nella cornice di Piazza Vecchia  il progettista britannico Antony Sturgeon ha voluto emozionare i visitatori ricreando un paesaggio agreste con l’intento di ricordare l’evoluzione del nostro paesaggio.

Questo progetto, frutto di una profonda indagine sul rapporto uomo-ambiente, ha offerto ai visitatori interessanti spunti di riflessione in merito alla capacità umana di trasformazione e determinazione del territorio.

 Molti degli incolti boschi son stati nel tempo bruciati, le pendici delle colline son diventate ordinati terrazzamenti e i corsi del fiume son stati in parte convogliati in canali d’irrigazione per favorire la coltivazione.

(cortesia: Platek)
(cortesia: Platek)

Tuttavia secondo il progettista il paesaggio agricolo che oggi caratterizza i nostri luoghi è solo il frutto di una necessaria trasformazione di quello naturale, così che visto all’alto l’allestimento è apparso come una ricercata composizione policroma e grafica, dove macchie di terra marrone si alternano a quelle di fiori gialli e di verdi boschi.

Questa scenografia è stata resa godibile anche nelle ore serali grazie allo studio illuminotecnico realizzato dalla società Platek, sponsor dell’evento, che ha contribuito a sottolineare il carattere dell’evento nella sua atmosfera rarefatta, sognante e quasi ancestrale.

 Tra i cespugli e i fili d’erba son stati inseriti apparecchi di illuminazione dalle forme discrete – come gli apparecchi della nuova serie per outdoor – indoor “Flamingo”, dovuti al design dell’ arch. Sara Moroni (Sara Moroni Design) – pochi elementi luminosi perfettamente mimetizzati nella vegetazione per consentire all’osservatore di focalizzare l’attenzione solo sul paesaggio verde.

L'apparecchio "Flamingo" (design: Sara Moroni Design, per Platek)
L’apparecchio “Flamingo” (design: Sara Moroni Design, per Platek)

In Piazza Mascheroni Lucia Nusiner, con il supporto di Maurizio Quargnale, ha voluto invece porre l’attenzione sulla storia della pre-agricoltura, periodo in cui l’uomo era solo un raccoglitore nomade di bacche: dolci dune verdi e una natura selvaggia, con grandi graminacee perenni in vaso, olmi, alberi da frutto e piccole piante da fiore.

Le due piazze per quindici giorni son divenute luogo di incontro e confronto per architetti del paesaggio, lighting designer e professionisti di tutto il mondo e un momento di aggregazione ed esplorazione del territorio per adulti e bambini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here