Luce e Design

Hera Luce: luce su Pavarotti e un progetto per la città di Modena

Stefano Pierotti – Monumento a Luciano Pavarotti – Modena (cortesia: Hera Luce)

Per il decennale della scomparsa del grande tenore, Hera Luce che gestisce il servizio di illuminazione pubblica ha voluto fare un omaggio alla città di Modena, donando  l’illuminazione artistica di due opere d’arte: il monumento in bronzo dedicato a Luciano Pavarotti e un’opera murale di ‘wall painting’.

Il monumento in bronzo di Luciano Pavarotti da poco inaugurato in via Goldoni è opera dello scultore Stefano Pierotti (artista toscano il cui lavoro si è sempre mosso fra opere di ispirazione concettuale e altre di ricerca figurativa) e la cui fusione è stata offerta a titolo gratuito da tre fonderie artistiche di Pietrasanta (Da Prato, Mariani e Versiliese).

L’illuminazione del monumento è stata progettata con l’installazione di un proiettore a LED da 36 W, il cui puntamento, studiato per portare sul monumento la luce da tutte le angolazioni, non interferisce con l’illuminazione pubblica già presente, nell’ottica di offrire un ulteriore elemento di valorizzazione dell’area storica urbana circostante.

Per l’opera murale di ‘wall painting’ realizzata da Eron, alias Davide Salvadei, un artista riminese fra i più attivi autori del ‘graffitismo italiano’ a cavallo fra XX e XXI secolo, collocata sulla parete di Palazzo Santa Chiara, in Rua del Muro, è stata invece scelta una diversa soluzione di illuminazione.

La colomba bianca dipinta dall’artista riminese, infatti, dal titolo ‘Ad perpetuam rei memoriam’,  in considerazione delle sue grandi dimensioni, è stata illuminata da un proiettore equipaggiato di lampada a ioduri metallici da 150 W.

Eron, alias Davide Salvadei – ‘Ad perpetuam rei memoriam’, Modena (cortesia: Hera Luce)

Hera Luce inoltre ha ricevuto dal Comune di Modena l’incarico per la riqualificazione dell’illuminazione pubblica urbana cittadina, nell’ambito del progetto ‘MoPensaLed’, sottoscritto alla fine del 2014 e ora in fase di attuazione e che ha visto alla fine dello scorso anno il rinnovamento a luce LED di circa 3000 lampioni.