Festival della Luce 2017. Como sorgente di luce e colore

Festival della Luce – Lake Como.

Ritorna a Como, a partire da lunedì 1 maggio fino al 14 maggio, il Festival della Luce – Lake Como, giunto alla sua quarta edizione. Quest’anno il tema che attraversa i vari contenuti della manifestazione lariana, nata per avvicinare il grande pubblico al mondo della scienza – promossa dall’Associazione Città della Luce e organizzata dalla Fondazione Alessandro Volta, con il contributo del Comune di Como e Camera di Commercio – è il rapporto fra luce e colore: l’argomento colore sarà considerato dalle più diverse angolazioni, a partire dall’approccio fisico ottico, per affrontare poi quello fisiologico, filosofico, e quello connesso alla storia dell’arte, al mondo del design e della moda.

Festival della Luce – Lake Como

Numerosi anche quest’anno  gli incontri, le conferenze, le mostre e gli spettacoli ad ingresso gratuito con l’importante coinvolgimento di diversi testimonial di prima grandezza provenienti dal mondo scientifico, della cultura e dell’arte, come il  biofisico tedesco Erwin Neher, Premio Nobel per la Medicina; l’architetto urbanista Stefano Boeri; il filosofo Giulio Giorello; lo scrittore e architetto Gianni Biondillo; i fisici ottici Karel Lemr e Alessandro Farini e la color designer Francesca Valan.

Diverse le location e gli edifici storici della città di Como che ospiteranno gli eventi e gli incontri del Festival: il Palazzo del Broletto, il Teatro Sociale e il Collegio Gallio, insieme agli spazi aperti  di Piazza Grimoldi, di Villa del Grumello e Villa Olmo, oltre ad alcune zone del territorio limitrofo, come il Giardino della Valle di Cernobbio.

Festival della Luce – Lake Como

 

 

 

 

Tra gli eventi in programma per questa edizione segnaliamo:

dal 1 al 14 maggio (per l’intera durata della manifestazione)  la mostra interattiva “Colori”, allestita nella cornice storica del Palazzo del Broletto, in Piazza del Duomo. In questa sede sarà possibile fare interessanti esperienze  attraverso exhibit interattivi su temi quali:

  • un ‘Omaggio all’artista Gerhard Richter’, su ‘La fisica dei colori’;
  • ‘La percezione del colore’;
  • ‘La registrazione e riproduzione dei colori’;
  •  ‘I colori della natura’;
  • ‘I colori della moda e del design’
  • ‘Il colore nell’arte’ (la mostra è realizzata a cura di Maria Bondani, CNR – IFN (Dipartimento di Scienza e Alta Tecnologia dell’Università dell’Insubria a Como), con l’assistenza di studenti che accompagneranno scuole e pubblico nella visita, anche in lingua inglese.

martedì 2 maggio (ore 21.00, presso l’Aula Magna del Collegio Gallio), l’incontro “Light and colour” con il fisico ottico Karel Lemr (Regional Center of Advanced Technology and Materials – Joint Laboratory of Optics, Rep. Ceca), introdotto da Maria Bondani, CNR – Università dell’Insubria (con traduzione dall’inglese all’italiano, in forma divulgativa, su supporti multimediali).

venerdì 5 maggio (alle ore 21.30, ospitato in un giardino privato nel centro di Como che si aprirà al pubblico per questa occasione ) il “Chromoconcerto, il colore della musica” con il pianista Alessandro Marangoni (regia di Pierpaolo Venier). Concerto che condurrà il pubblico nell’infinita gamma sonora dei colori attraverso una trasfigurazione in tempo reale della musica in cromatismi realizzati con proiezioni 3D.

sabato 6 maggio (dalle ore 22 alle 23.30, rinviata al 13 maggio in caso di maltempo), la Conferenza scientifica “Dentro la luce”, con il fisico ottico Alessandro Farini (CNR-INO), nella quale Farini condurrà i partecipanti a compiere un viaggio là dove nasce il colore, parlando di onde elettromagnetiche, spettro visibile, dell’occhio e dei fotoni e del rapporto fra la luce e il colore nella nostra mente. La conferenza, accompagnata da un commento multimediale, sarà intervallata dallo spettacolo “Colore e Luci”, una performance del gruppo teatrale Compagnia dei Folli, il cui lavoro fonde effetti sonori, luminosi e movimenti acrobatici sullo straordinario palcoscenico architettonico di piazza Grimoldi.

giovedì 11 maggio (alle ore 20.30, presso il Teatro Sociale di Como) l’incontro “Luce, colore e periferie”,  con una conversazione fra l’architetto e urbanista Stefano Boeri e il filosofo della scienza Giulio Giorello, sul tema “Dalla rinascita di Amatrice al piano urbanistico di Tirana. Un’architettura di luce per il Mediterraneo” (moderatore Diego Minonzio, direttore del quotidiano ‘La Provincia’ di Como).

venerdì 13 maggio (alle ore 18.00, presso la ‘Sala Bianca’ del Teatro Sociale) l’incontro con il Premio Nobel 1991 per la Medicina Erwin Neher, dal titolo “L’uomo che parla ai neuroni”, con traduzione simultanea. Al termine è previsto un incontro fra i referenti di alcune start up e giovani ricercatori.

Consultare qui il programma dettagliato. Tutti gli incontri sono a ingresso libero con iscrizione obbligatoria dal sito

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here