Product Design

Effimera: la luce in mille bolle di sapone

lampada effimera UNO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’immagine della bolla di sapone è quanto di più effimero si possa avere, qualcosa che di solito è molto fragile e scompare ad un semplice tocco. L’idea dei designer svedesi dello studio Front è stata invece quella di utilizzare l’immagine della bolla come un paralume e insieme riflettore temporaneo, in continuo mutamento.

Così “Effimera” propone agli utilizzatori una soluzione di illuminazione per il residenziale ed il contract che mette insieme l’immagine ‘effimera’ di un riflettore- paralume dall’ aspetto dinamico che funziona solo a lampada accesa, combinata con l’utilizzo di una sorgente luminosa a LED a lunga durata.

Effimera DUE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La lampada si fonda su uno studio condotto con il progetto Surface Tension Lamp – già presentato qualche anno fa – nato con l’intenzione di creare un infinito numero di variazioni cromatiche della luce in uno spazio.

E’ stato calcolato che nell’arco della durata di vista della sorgente il diffusore-riflettore avrà infatti assunto circa 3 milioni di differenti aspetti e configurazioni di riflessione della luce dal suo globo diffusore. Lo sviluppo del sistema ha avuto il supporto per il suo engineering del brand Loligo, specializzato in soluzioni custom per laboratori e in ambito medicale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here