Efficienza energetica nell’edilizia

 

Condominio a Lugano. Ingresso

Sebbene le premesse lascino davvero poco spazio a dubbi o riflessioni, l’ammontare complessivo dei costi di trasformazione, anche se ampiamente e rapidamente ripagati dal netto decremento delle spese di gestione e manutenzione, costituisce ancora un freno per proprietari, imprese, condomini negli interventi di adeguamento o sostituzione dei corpi illuminanti e delle sorgenti luminose in essere.

Tale atteggiamento si rivela in realtà poco lungimirante e, spesso, dettato da una scarsa informazione sulle effettive potenzialità dei sistemi di illuminazione a LED, che in un campo applicativo di tale spessore – ad esempio nell’illuminazione delle parti comuni di un Condominio – sarebbe in grado di ammortizzare le spese in tempi di gestione veramente esigui.

Due interventi retrofit.

Sulla scia di tali riflessioni, presentiamo due interventi, effettuati in due Condomini caratterizzati da tagli di differente spessore.

Il primo intervento è stato effettuato in un elegante Condominio di sei piani a Lugano, ove si è intervenuti sull’illuminazione orizzontale delle scale e su quella generale, proveniente da apparecchi a parete estroflessi ad incasso.

Per l’illuminazione delle scale, sono stati inseriti sulle pareti adiacenti i gradini apparecchi ad incasso segnapasso LED da 3,5 W ciascuno, con emissione neutra (T=4000 K). Al fine di garantire una corretta uniformità nella distribuzione della luce sula superficie orizzontale, la disposizione degli incassi è stata variata in funzione delle dimensioni delle pedate, prevedendo un’installazione su entrambe le pareti laterali nella rampa di ingresso e mono laterale in quelle dei piani successivi, di entità ridotta.

Per l‘illuminazione generale, le lampade alogene di tipo lineare con attacco R7s da 120 W ciascuna presenti all’interno degli apparecchi di illuminazione ad incasso sono state sostituite da lampade retrofit LED lineari da 9 W con flusso luminoso pari ad 800 lumen ciascuna, con un abbattimento degli assorbimenti energetici particolarmente consistente.

L’illuminazione comune dell’intero stabile è garantita con una potenza installata inferiore a 1500 W, con evidenti benefici immediati sui consumi e sui costi di manutenzione dell’impianto.

Il secondo intervento è invece relativo ad un Condominio nella provincia di Varese, che segue una prassi molto comune negli edifici residenziali del nostro Paese, generalmente illuminati nelle parti comuni interne da semplici apparecchi a plafone ad emissione di tipo diffuso.

Lampada LED 9 W per le parti comuni del condominio di Comerio

In questo caso, è stata effettuata una semplice sostituzione delle 35 lampade fluorescenti compatte con attacco E27 da 22 W con lampade LED  da 9 W, 800 lumen, caratterizzate da tonalità dell’emissione bianco neutro (T=4000 K) per le parti interne e bianco caldo (T=3000 K) per l’illuminazione dei vialetti esterni di accesso all’edificio.

Sebbene con effetti meno eclatanti rispetto al precedente intervento progettuale presentato, anche in questo caso la decurtazione delle potenze in gioco garantisce riduzioni consistenti nei bilanci della amministrazione condominiale, con evidenti benefici sui costi di gestione dell’impianto.

Condominio a Lugano (Svizzera)

Condominio a Comerio (Va)

Progetto e realizzazione: LEDisONE srl, Gabriele Demaria

Prodotti utilizzati: lampada LED 9 W, attacco R7s; lampada LED 9 W, attacco E27

 

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here