Allo showroom La Murrina una grande stagione di rinnovamento nella continuità

Turate. Un’immagine del nuovo showroom La Murrina

La storia del brand La Murrina prende vita nel 1968 a Murano, nel cuore di quella grande tradizione di altissimo livello e maestria artigianale che è materia dell’Arte vetraria.

Negli anni ’70 l’azienda trova un rinnovato impulso in tutta la sua produzione nella gestione dei nuovi proprietari, che introducono nuove linee di prodotti, che – pur nel rispetto delle forme tradizionali – portano il lavoro e l’innovazione di alcuni fra i più importanti designer contemporanei: nomi come Fabrizio Giugiaro, Oscar Tusquets Blanca, Paolo Deganello, Denis Santachiara, Luca Scacchetti, Marco Piva, Karim Rashid, Simone Micheli, Marcello Albini, Matteo Thun, sono chiamati a collaborare al progetto di lampade e oggetti di arredo che assicurano al brand il consenso da parte del mercato interno come dei più grandi mercati internazionali.

La lavorazione artigianale e l’esecuzione seriale a mano di ogni singolo pezzo portano La Murrina, a partire dall’anno 2000 a sviluppare ancor più la sua vocazione originaria per la realizzazione di “pezzi custom unici”  di alta gamma, realizzati in collaborazione con i più autorevoli designer contemporanei, coniugando nel modo migliore la difficile e affascinante materia tradizionale del vetro soffiato alle forme più innovative e alle nuove soluzioni tecnologiche d’avanguardia. Su queste linee guida  si fondano le basi per l’attuale impulso di rinnovamento che nella storica sede di Turate propone la nuova immagine dello showroom de La Murrina.

Simone Ceriani, CEO de La Murrina, durante la presentazione

Come hanno bene ricordato nel corso di un incontro di presentazione delle strategie operative della casa di Turate Simone Ceriani, CEO e Presidente dello storico brand e Attilio Borra, export manager, il passato storico si traduce con coerenza in un presente nel quale le linee di lavorazione dei pezzi prodotti incontrano la massima specializzazione operativa degli addetti insieme a trattamenti di lavorazione (ormai spesso appannaggio di fornitori esterni)  gestiti invece  ‘in situ’, come nel caso della linea di galvanizzazione dei pezzi.

Un altro momento della presentazione, con l’intervento sulle nuove strategie di mercato da parte dell’export manager Attilio Borra

I 1500 m2 “open space” nei quali si sviluppa lo spazio espositivo dello showroom offrono l’esperienza di  un percorso emozionale attraverso le novità e le proposte di tutte le collezioni.

Fra le ultime novità, sono sicuramente due i progetti di impatto, il chandelier ”Belle Époque” e la grande sospensione “Eva”, già proposti all’ultima edizione di Euroluce.

“Belle Époque” è una collezione per chandelier disegnata dalla lighting designer Adriana Lohmann, che ha nella modularità e nella suggestione formale di un pattern a rilievo – che riporta nell’immagine un bracciale gioiello in metallo martellato con finitura oro – il suo punto di forza: dall’ispirazione creativa di un’epoca d’oro che nel suo eclettismo ha dato alle arti risultati di grande impatto, nasce la proposta per La Murrina.

La lighting designer Adriana Lohmann accanto al chandelier “Belle Epoque”. I moduli quadrati e rettangolari sono realizzati in vetro di Murano trasparente

Ispirata invece all’idea di un progetto che riporta la seduzione originaria del mondo ‘vegetale’ nell’Interior Design contemporaneo, è “Eva”, concept  vegetale del designer Federico Visani, che sviluppa in forma di grande chandelier e in una lampada da terra il verde smeraldo delle foglie abbinato al bianco del fiore di calla, scegliendo anche la sperimentazione di nuove tecnologie per la realizzazione delle corolle, in fibra naturale stampata con tecnologia 3D, soluzione che alle problematiche ecologiche unisce una grande sensibilità verso le potenzialità riflettenti del materiale.

La proposta di “Eva” del designer Federico Visani si rivela interessante anche per la sperimentazione delle nuove tecnologie di stampa 3D nella realizzazione delle corolle in fibra naturale

E’ da segnalare anche un altro spazio dello showroom, riservato alla presentazione della collezione “Roberto Cavalli Murano Luxury Glass”, dove le invenzioni formali e cromatiche dello stilista diventano preziose lampade e oggetti d’arredo realizzati con la maestria e la sensibilità proprie degli artigiani muranesi.

Le creazioni della collezione Roberto Cavalli Murano Luxury Glass

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here